Scopri chi è riuscito a risolvere
i suoi problemi di umidità
nella regione Sicilia

scegli immobile SCEGLI IL TIPO DI IMMOBILE
seleziona regione SELEZIONA LA REGIONE

SELEZIONE ATTUALE

Sicilia - Civile abitazione

AUGUSTA (Siracusa)  Civile abitazione ABITAZIONE PRIVATA

Città

AUGUSTA (Siracusa)

Immobile

Civile abitazione

ABITAZIONE PRIVATA

PALERMO  Civile abitazione VILLA

Città

PALERMO

Immobile

Civile abitazione

VILLA

Il Sig. Giuseppe, proprietario di una villa a Palermo, da anni era costretto a ripristinare continuamente la muratura al di sopra del battiscopa a causa di continui rigonfiamenti e scrostamenti dell'intonaco. Dopo numerosi interventi non risolutivi ha contattato SKM per un sopralluogo tecnico dove, grazie all'indagine termografica, è stato individuato un problema dovuto a umidità di risalita. Abbiamo installato il dispositivo KontrolDRY per eliminare definitivamente l'umidità di risalita e rendere l'abitazione più sana e le pareti finalmente asciutte.

CASTELDACCIA (Palermo)  Civile abitazione ABITAZIONE PRIVATA

Città

CASTELDACCIA (Palermo)

Immobile

Civile abitazione

ABITAZIONE PRIVATA

Nel paese di Casteldaccia (in provincia di Palermo) sorge una abitazione di grande pregio storico. Al piano terra è presente una piccola Chiesa (ancora in uso) che presenta affreschi e dettagli architettonici molto ricercati. Le pareti della chiesa soffrivano di gravi problematiche dovute all'umidità di risalita e, nella zona dell'altare, di infiltrazioni dovute al terrapieno a contatto. L'intervento di risanamento ha previsto l'installazione di un dispositivo KontrolDRY per eliminare definitivamente l'umidità di risalita e altri interventi invasivi per isolare le murature controterra dal terrapieno.

Palermo  Civile abitazione VILLETTA

Città

Palermo

Immobile

Civile abitazione

VILLETTA

nella località balneare di Mondello (Palermo) sono presenti molte ville unifamiliari che, a causa della vicinanza al mare, soffrono spesso di risalita di umidità dal terreno. La proprietà dopo aver ristrutturato la sua villa doveva ripristinare gli intonaci scrostati sempre più frequentemente. Nel 2019 ha installato il dispositivo KontrolDRY per eliminare definitivamente. Il rimedio adottato le ha permesso di abbassare notevolmente la percentuale di umidità nelle pareti e di ripristinare gli intonaci un ultima volta e definitivamente.

PALERMO  Civile abitazione ABITAZIONE PRIVATA

Città

PALERMO

Immobile

Civile abitazione

ABITAZIONE PRIVATA

Il Sig. Alessandro, subito dopo l'acquisto della sua nuova casa a Palermo, ha notato dei rigonfiamenti degli intonaci e degli scostamenti non presenti al momento della visita pre acquisto. Ha deciso di rivolgersi a un tecnico per trovane la causa che è stata facilmente individuata in umidità di risalita. I vecchi proprietari avevano abilmente nascosto i sintomi che non hanno tardato a ripresentarsi. l'installazione di KontrolDRY ha bloccato per sempre la risalita dell'umidità dando inizio al processo di deumidificazione delle murature.

SCIACCA (Agrigento)  Civile abitazione VILLETTA

Città

SCIACCA (Agrigento)

Immobile

Civile abitazione

VILLETTA

Incastonata fra la valle dei Templi di Agrigento ed il Parco Archeologico di Selinunte, si trova una citta scrigno, custode di tesori inestimabili. Da sempre Sciacca è stata meta di visitatori anche importanti ai quali ha offerto uno straordinario patrimonio intriso di storia, arte, natura. Citta Degna, ha conservato i tratti di un illustre passato. Chiese, Conventi, Palazzi nobiliari sono testimonianza di una storia millenaria che ha nelle Terme il suo maggiore punto di riferimento. Come scriveva Guido Piovene "Sciacca è la più antica stazione termale italiana" ed una delle più complete. Fanghi, acque sulfuree, stufe vaporose sono la sintesi di un benessere assicurato altresì dalla salubrità del clima. La natura trionfa su luminose albe e splendidi tramonti che, come annotava Giuseppe Tomasi di Lampedusa, accarezzano "un mare azzurrissimo, quasi nero, che scintilla furiosamente sotto il sole meridiano". E da questo mare Sciacca trae una delle sue grandi ricchezze: il famoso pesce di Sciacca da gustare fresco, ingentilito da un filo d'olio di oliva extravergine di Sciacca ed innaffiato da un buon bicchiere di vino DOC di Sciacca. Quel pesce lavorato con pazienza da mani sapienti nelle numerose aziende ittico conserviere note in tutto il mondo.

MENFI (Agrigento)  Civile abitazione VILLETTA

Città

MENFI (Agrigento)

Immobile

Civile abitazione

VILLETTA

La città di Menfi sorge in una zona pianeggiante, posta a 119 m sopra il livello del mare. È un grosso centro agricolo, si coltivano agrumi, cereali, ortaggi e frutta. Si allevano bovini e suini. L’artigianato locale produce oggetti tipici con l’utilizzo di foglie intrecciate della palma nana e del legno, e graziosi merletti lavorati a mano. Tra i suoi beni monumentali troviamo i resti del Castello Svevo (un torrione poligonale) ed il settecentesco Palazzo Pignatelli. La Chiesa Madre del XVIII sec,in parte distrutta dal terremoto e la Chiesa di Gesù e Maria del 1700 con splendidi altorilievi. Il suo nome originario era Menfri, trasformato in Menfi dal fondatore del primo nucleo urbano Diego Taagliavia Aragona principe di Castelvetrano, nel 1658. Nel 1968 il paese subì numerosi danni causati dal terremoto che sconvolse la Valle del Belice. Nei pressi della città si trova Porto Palo, un villaggio di pescatori e centro balneare e di villeggiatura.

LIPARI - ISOLE EOLIE (Messina)  Civile abitazione ABITAZIONE PRIVATA

Città

LIPARI - ISOLE EOLIE (Messina)

Immobile

Civile abitazione

ABITAZIONE PRIVATA

Nelle isole Eolie, in provincia di Messina, l'umidità di risalita è un problema comune e molto aggressivo. Nell'isola di Lipari la Sig.ra Gaetana dopo aver convissuto anni con muri ammalorati ed aver fatto diversi tentativi ha deciso di installare il dispositivo KontrolDRY per eliminare definitivamente l'umidità di risalita ripristinando un ambiente salubre ed esteticamente gradevole.

CANICATTÌ (Agrigento)  Civile abitazione ABITAZIONE PRIVATA

Città

CANICATTÌ (Agrigento)

Immobile

Civile abitazione

ABITAZIONE PRIVATA

Grosso centro agricolo, Canicattì spicca per la produzione di mandorle, olive e per la rinomata uva da tavola "Italia" che viene esposta annualmente nella Sagra dell'uva Italia ad ottobre. Pregevoli sono i lavori artigianali in legno. Il nome Canicattì deriva dall'arabo Ayn-at-tin che significa "la sorgente del fango". Il borgo medioevale fu fondato nel XIV secolo dalla famiglia Palmeri da Naro. Intorno al 1448 esso venne acquisito dal signore Andrea de Crescenzio. Successivamente la signoria passò alla nobile famiglia Bonanno che fece erigere diverse opere fra le quali la sontuosa Fontana barocca tutt'oggi visibile. Nel 1819 il paese divenne comune autonomo. Insigni sono i monumenti della città fra i quali citiamo la Chiesa di S. Diego con splendidi stucchi del XVIII secolo, la Chiesa del Purgatorio tipica settecentesca, e la Chiesa di S. Francesco ricca di affreschi. Sontuose sono le strutture urbanistiche come il Castello Bonanno, la Torre dell'Orologio, il Palazzo del Barone La Lomia del XVIII secolo e il Palazzo Bartocelli, che fu sede del sovrano Federico II. Illustre fu il nome del valoroso generale canicattinese Luigi Gangitano (1862-1939) che combattè in Eritrea, in Libia e durante la Prima Guerra Mondiale. Fu nominato Presidente nazionale delle Famiglie dei Caduti in guerra e fu ricordato anche dal poeta Gabriele D'Annunzio.

Mondello (Palermo)  Civile abitazione VILLA

Città

Mondello (Palermo)

Immobile

Civile abitazione

VILLA

Mondello, borgo che sorge nel golfo compreso tra Capo Gallo e Punta di Priola, a pochi chilometri da Palermo, è una delle più rinomate mete turistiche della Sicilia, nonché location scelta da Luchino Visconti per girare il suo film su Il Gattopardo. Mondello nacque inizialmente come borgo di pescatori e marinai dedito alla pesca del tonno, in un territorio privo dell'attuale zona di balneazione: la spiaggia del litorale di Mondello era un tempo una zona paludosa, bonificata molti anni dopo per volere del principe Francesco Lanza di Scalea. Da allora la zona è stata un continuo crescendo edilizio tra ville in stile Liberty situate per tutto il lungomare di Mondello e la costruzione del famoso Stabilimento. Dell'antico borgo che era un volta, Mondello conserva solamente alcune torri quattrocentesche, delle imbarcazioni tipiche del tempo visibili dal porto della cittadina e alcuni resti all'interno del paese. Oggi Mondello è una meta turistica piena di luoghi da visitare che attira non solo i vicini abitanti di Palermo ma anche visitatori e bagnanti da tutto il mondo; non a caso è stata scelta per ospitare la XXVI edizione del World Festival on the Beach, il festival dedicato agli amanti del windsurf e non solo.

MONDELLO (Palermo)  Civile abitazione VILLA

Città

MONDELLO (Palermo)

Immobile

Civile abitazione

VILLA

Mondello, borgo che sorge nel golfo compreso tra Capo Gallo e Punta di Priola, a pochi chilometri da Palermo, è una delle più rinomate mete turistiche della Sicilia, nonché location scelta da Luchino Visconti per girare il suo film su Il Gattopardo. Mondello nacque inizialmente come borgo di pescatori e marinai dedito alla pesca del tonno, in un territorio privo dell'attuale zona di balneazione: la spiaggia del litorale di Mondello era un tempo una zona paludosa, bonificata molti anni dopo per volere del principe Francesco Lanza di Scalea. Da allora la zona è stata un continuo crescendo edilizio tra ville in stile Liberty situate per tutto il lungomare di Mondello e la costruzione del famoso Stabilimento. Dell'antico borgo che era un volta, Mondello conserva solamente alcune torri quattrocentesche, delle imbarcazioni tipiche del tempo visibili dal porto della cittadina e alcuni resti all'interno del paese. Oggi Mondello è una meta turistica piena di luoghi da visitare che attira non solo i vicini abitanti di Palermo ma anche visitatori e bagnanti da tutto il mondo; non a caso è stata scelta per ospitare la XXVI edizione del World Festival on the Beach, il festival dedicato agli amanti del windsurf e non solo.

PALERMO  Civile abitazione VILLA

Città

PALERMO

Immobile

Civile abitazione

VILLA

Capoluogo della Sicilia e città più araba d’Italia, crocevia di diverse culture mediterrane, che si rispecchiano fedelmente nella cultura locale, nella struttura e nei monumenti della città. Questo passato multietnico si può vedere anche nella gastronomia, che combina ricette tipicamente italiane con gusti e sapori arabi. La sua storia e i suoi monumenti di origine bizantina, araba e normanna, sono concentrati quasi tutti nella zona denominata Quattro Canti o Teatro del Sole, una piazza ottagonale che comprede quattro quartieri: il Capo, la Cala, la Kalsa e l’Alberghiera. La Capella Palatina arabo-normanna situata nel famoso Palazzo dei Normanni, sede del parlamento siciliano, la Cattedrale, fondata nel tardo XII secolo, contiene la tomba di diversi regnanti del Regno delle Due Sicilie, tra cui Federico II, oltre ad affreschi e mosaici del XII e XIII secolo, la chiesa di san Giovanni degli Eremiti vicino al Palazzo Reale sempre in stile arabo-normanno, la chiesa Martorana, di origine greco-ortodossa divenne poi cattolica nel periodo normanno, la chiesa di san Cataldo, poco distante della precedente, con le grosse cupole e un pavimento musivo di notevole interesse artistico, la chiesa del san Salvatore, con fattezze barocche e decorata internamente da marmi policromi e affreschi; infine da citare anche la chiesa di san Giuseppe dei Teatini, il più significativo esempio di barocco a Palermo e nell’intera Sicilia.

SAN LEONE (Agrigento)  Civile abitazione VILLETTA

Città

SAN LEONE (Agrigento)

Immobile

Civile abitazione

VILLETTA

Il Lido di San Leone è da sempre la spiaggia degli agrigentini. Il suo bellissimo lungomare è un frequentatissimo luogo di ritrovo nelle serate estive ed è anche cuore dell'intrattenimento, con spettacoli teatrali, un parco giochi per i più piccoli, luna park, campetti da tennis, calcetto. È il luogo ideale, su misura tanto per famiglie con bambini quanto per gli amanti del mare e per chi vuole godersi una vacanza in perfetta tranquillità circondato da sole e mare, buona tavola e storia. Ricco di lidi e di stabilimenti balneari attrezzati con noleggio ombrelloni e lettini, San Leone offre ogni genere di servizio: ristoranti, negozi, hotels di lusso e B&B. Tutto questo è un surplus di non poco valore perchè permette di coniugare una rilassante vacanza di villeggiatura, il ristoro delle acque nella canicola estiva e le escursioni archeologiche. Il tutto, in un'atmosfera di divertimento alimentata da una vitalità che non si ferma a nessuna ora del giorno o della notte. Il Lido di San Leone dispone anche di un porticciolo turistico, dotato di circa 700 posti barca e di tutti i servizi di accoglienza.

Mondello (Palermo)  Civile abitazione VILLA

Città

Mondello (Palermo)

Immobile

Civile abitazione

VILLA

Una prestigiosa villa bifamiliare nel quartiere di Partanna Mondello (Palermo) a pochi passi dal mare soffriva di gravi problematiche di umidità di risalita. I proprietari dopo aver cercato varie soluzioni (tra cui il rivestimento di tutte le pareti con pannelli di cartongesso), su consiglio del loro tecnico di fiducia, si sono rivolti alla nostra azienda per l'installazione del sistema KontrolDRY per eliminare definitivamente i problemi di umidità di risalita dalla propria abitazione.

MISTERBIANCO (Catania)  Civile abitazione ABITAZIONE PRIVATA

Città

MISTERBIANCO (Catania)

Immobile

Civile abitazione

ABITAZIONE PRIVATA

Nel territorio si trovano le rovine di un acquedotto romano ed insediamenti risalenti a due millenni fa. Il nome deriva da un "monasterium album" dei benedettini che sorgeva nel territorio. Sorse sulle rocce vulcaniche accumulate dalle eruzioni etnee. Appartenne al comune di Catania fino al 1642, anno in cui Giannandrea Massa l'acquistò dal regio erario e ne nominò signore Vespasiano Trigona, nominato successivamente Duca di Misterbianco per privilegio di Carlo II. Il borgo fu distrutto dall'eruzione etnea del 1669 che seppellì completamente anche il monastero. Prodotti agricoli uva, agrumi, ortofrutticoli, cereali, olive, mandorle, foraggi. Allevamenti ovini, bovini, caprini. Industrie ed Imprese pastifici, mobilifici, fabbriche di imballaggi, aziende enologiche, industrie metalmeccaniche, distributori di prodotti di marchi nazionali, molini, industrie per la trasformazione dei prodotti agricoli e zootecnici, industrie alimentari, fabbriche di abbigliamento, profumifici, mangimifici, segherie, fabbriche di cavi elettrici, piccole industrie siderurgiche. I monumenti sono tutti successivi al 1669, in quanto l'eruzione dell'Etna di quell'anno distrusse totalmente l'abitato misterbianchese. Notevole è la Chiesa Madre, di forme classicheggianti nelle navate e nella cupola, più recenti e di imitazione medioevale nella facciata. Oggi Misterbianco è una cittadina agricola (con coltivazioni di agrumi, cereali, uva, olive, mandorle e foraggi) e soprattutto industriale.

CEFALÙ (Palermo)  Civile abitazione VILLA

Città

CEFALÙ (Palermo)

Immobile

Civile abitazione

VILLA

Tra i maggiori luoghi di interesse di Cefalù c’è il Duomo, sorto grazie ad un voto fatto al Santissimo Salvatore da parte di Ruggero II. All’interno mosaici bizantini nell’abside e sarcofagi in porfido che Ruggero II aveva destinato a sé ed alla sua consorte. Il Monastero di Santa Caterina occupa una superficie di 2.500 metri quadrati di fronte al duomo. Dagli anni ’50 vi ha sede il “Palazzo di Città”. La prima spiaggia che si incontra è proprio il lungomare della stessa cittadina, ovvero il Lido di Cefalù: il mare è cristallino e la sabbia è chiara e fine ma il vero gioiello di questa spiaggia è caratterizzato dal panorama mozzafiato che la cinge: casette arroccate a picco sul mare e sovrastate da una rocciosa altura. Altra spiaggia bellissima è quella di Sant’Ambrogio, spaziosa composta da una commistione di sabbia fine e ghiaia, essa rappresenta la spiaggia ideale per fare passeggiate anche romantiche lungo il suo litorale. La spiaggia delle Salinelle dista 7 km da Cefalù; la zona delle Salinelle è pianeggiante ed il mare pulito e limpido; essa è l’ideale per tutti coloro che amano praticare il windsurf. Il clima di Cefalù è mite e temperato ed il mare che bacia questa cittadina è splendido. Le altre spiagge da menzionare sono sicuramente la spiaggia Caldura, raggiungibile dal centro della città con una passeggiata di 20 minuti e la spiaggia Pollina, conosciuta per il suo mare adamantino e la suggestiva posizione in cui è ubicata.

VILLAGGIO MOSÈ (Agrigento)  Civile abitazione ABITAZIONE PRIVATA

Città

VILLAGGIO MOSÈ (Agrigento)

Immobile

Civile abitazione

ABITAZIONE PRIVATA

Il Villaggio Mosè è una frazione di Agrigento. Sorto tra gli anni trenta e '40 del Novecento, come zona residenziale per gli operai della vicina miniera zolfifera della Ciavolotta, considerata una delle aree più ricche di zolfo nel mondo. La successiva crisi delle attività estrattive in Sicilia trasformò tra gli anni sessanta e '70 il piccolo centro minerario in centro commerciale oltre che residenziale. Esso sorge a sud-est del centro della città e per la sua vocazione commerciale è sede di numerose e variegate attività economiche e commerciali, oltre che di numerosi hotel, data anche la vicinanza con le spiagge.

PALERMO  Civile abitazione VILLETTA

Città

PALERMO

Immobile

Civile abitazione

VILLETTA

Capoluogo della Sicilia e città più araba d’Italia, crocevia di diverse culture mediterrane, che si rispecchiano fedelmente nella cultura locale, nella struttura e nei monumenti della città. Questo passato multietnico si può vedere anche nella gastronomia, che combina ricette tipicamente italiane con gusti e sapori arabi. La sua storia e i suoi monumenti di origine bizantina, araba e normanna, sono concentrati quasi tutti nella zona denominata Quattro Canti o Teatro del Sole, una piazza ottagonale che comprede quattro quartieri: il Capo, la Cala, la Kalsa e l’Alberghiera. La Capella Palatina arabo-normanna situata nel famoso Palazzo dei Normanni, sede del parlamento siciliano, la Cattedrale, fondata nel tardo XII secolo, contiene la tomba di diversi regnanti del Regno delle Due Sicilie, tra cui Federico II, oltre ad affreschi e mosaici del XII e XIII secolo, la chiesa di san Giovanni degli Eremiti vicino al Palazzo Reale sempre in stile arabo-normanno, la chiesa Martorana, di origine greco-ortodossa divenne poi cattolica nel periodo normanno, la chiesa di san Cataldo, poco distante della precedente, con le grosse cupole e un pavimento musivo di notevole interesse artistico, la chiesa del san Salvatore, con fattezze barocche e decorata internamente da marmi policromi e affreschi; infine da citare anche la chiesa di san Giuseppe dei Teatini, il più significativo esempio di barocco a Palermo e nell’intera Sicilia.

SIRACUSA  Civile abitazione ABITAZIONE PRIVATA

Città

SIRACUSA

Immobile

Civile abitazione

ABITAZIONE PRIVATA

Terra di meraviglie. Echi di civiltà antiche aleggiano ancora nelle strade. Architetture barocche raccontano la rinascita. Cielo, sole e mare la avvolgono con la loro lucentezza. Questo angolo di Sicilia suscita sensazioni profonde, come varcare il confine del tempo e tornare indietro di millenni. Questo è ciò che si avverte camminando per le strade di Siracusa, dove preziose testimonianze rievocano, con forza, lo splendore della Magna Grecia e, passo dopo passo, accompagnano il visitatore nelle epoche successive che pure hanno avuto un forte impatto sulla storia di Siracusa. Romani e Bizantini, Arabi e Normanni, Svevi e Aragonesi, tutti hanno scritto la loro parte. Neapolis, Akradina, Ortigia, Tyche, e Epipoli sono i quartieri della città antica. Basta il loro nome per entrare in un’altra dimensione. Nel Parco di Neapolis e nell’Isola di Ortigia, collegata da tre ponti alla terra ferma, si concentrano i monumenti di maggiore interesse. Immersa nella valle Iblea, nella cornice della macchia mediterranea, si trova la necropoli di Pantalica, un luogo di straordinario valore archeologico con migliaia di tombe scavate nella roccia dai primi abitanti di questa terra e successivamente sfruttate e ampliate dai Greci e dai Romani. Dall’interno i monti Iblei degradano dolcemente verso la costa, animata da rientranze, promontori, isolotti e tratti di spiaggia bianca. Sapori antichi e una vivace vita culturale e folcloristica completano l'offerta turistica della provincia.

SIRACUSA  Civile abitazione ABITAZIONE PRIVATA

Città

SIRACUSA

Immobile

Civile abitazione

ABITAZIONE PRIVATA

Terra di meraviglie. Echi di civiltà antiche aleggiano ancora nelle strade. Architetture barocche raccontano la rinascita. Cielo, sole e mare la avvolgono con la loro lucentezza. Questo angolo di Sicilia suscita sensazioni profonde, come varcare il confine del tempo e tornare indietro di millenni. Questo è ciò che si avverte camminando per le strade di Siracusa, dove preziose testimonianze rievocano, con forza, lo splendore della Magna Grecia e, passo dopo passo, accompagnano il visitatore nelle epoche successive che pure hanno avuto un forte impatto sulla storia di Siracusa. Romani e Bizantini, Arabi e Normanni, Svevi e Aragonesi, tutti hanno scritto la loro parte. Neapolis, Akradina, Ortigia, Tyche, e Epipoli sono i quartieri della città antica. Basta il loro nome per entrare in un’altra dimensione. Nel Parco di Neapolis e nell’Isola di Ortigia, collegata da tre ponti alla terra ferma, si concentrano i monumenti di maggiore interesse. Immersa nella valle Iblea, nella cornice della macchia mediterranea, si trova la necropoli di Pantalica, un luogo di straordinario valore archeologico con migliaia di tombe scavate nella roccia dai primi abitanti di questa terra e successivamente sfruttate e ampliate dai Greci e dai Romani. Dall’interno i monti Iblei degradano dolcemente verso la costa, animata da rientranze, promontori, isolotti e tratti di spiaggia bianca. Sapori antichi e una vivace vita culturale e folcloristica completano l'offerta turistica della provincia.

PALERMO  Civile abitazione ABITAZIONE PRIVATA

Città

PALERMO

Immobile

Civile abitazione

ABITAZIONE PRIVATA

Capoluogo della Sicilia e città più araba d’Italia, crocevia di diverse culture mediterrane, che si rispecchiano fedelmente nella cultura locale, nella struttura e nei monumenti della città. Questo passato multietnico si può vedere anche nella gastronomia, che combina ricette tipicamente italiane con gusti e sapori arabi. La sua storia e i suoi monumenti di origine bizantina, araba e normanna, sono concentrati quasi tutti nella zona denominata Quattro Canti o Teatro del Sole, una piazza ottagonale che comprede quattro quartieri: il Capo, la Cala, la Kalsa e l’Alberghiera. La Capella Palatina arabo-normanna situata nel famoso Palazzo dei Normanni, sede del parlamento siciliano, la Cattedrale, fondata nel tardo XII secolo, contiene la tomba di diversi regnanti del Regno delle Due Sicilie, tra cui Federico II, oltre ad affreschi e mosaici del XII e XIII secolo, la chiesa di san Giovanni degli Eremiti vicino al Palazzo Reale sempre in stile arabo-normanno, la chiesa Martorana, di origine greco-ortodossa divenne poi cattolica nel periodo normanno, la chiesa di san Cataldo, poco distante della precedente, con le grosse cupole e un pavimento musivo di notevole interesse artistico, la chiesa del san Salvatore, con fattezze barocche e decorata internamente da marmi policromi e affreschi; infine da citare anche la chiesa di san Giuseppe dei Teatini, il più significativo esempio di barocco a Palermo e nell’intera Sicilia.

SFERRACAVALLO (Palermo)  Civile abitazione VILLA

Città

SFERRACAVALLO (Palermo)

Immobile

Civile abitazione

VILLA

Questa piccola località palermitana nasce come villaggio di pescatori e qui sorgevano anche delle torri di guardia costruite, una nel 400 e l’altra nel 500, e appartenenti al sistema di avviso delle Torri costiere della Sicilia. Queste torri sono state distrutte per favorire la costruzione dell’autostrada. Anche a punta Barcarello sorgeva una Torre-Fortino che aveva lo stesso scopo ma nel XIX secolo è diventato sede di insediamenti residenziali ed è stato, quindi, incluso nell’espansione edilizia del capoluogo siciliano. In questa piccola borgata vi sono dei magnifici edifici tra i quali Villa Arezzo, Villa Maggiore Amari e Palazzotto. La maggior parte del territorio di questa borgata fa parte della Riserva Naturale di Capo Gallo e la parte di mare dal quale è bagnata appartiene alla Riserva marina di Isola delle Femmine Capo Gallo. La storia di questa piccola borgata segue sostanzialmente quella della più grande Palermo, ne ha seguito le vicissitudini ed ha subito le stesse dominazioni fino ad imporsi, negli ultimi anni, come rinomata meta turistica palermitana. Una caratteristica di questo piccolo borgo è la festa patronale dei SS. Cosma e Damiano. La processione per questa ricorrenza ha attirato sempre tantissima gente che accompagna i simulacri alle abitazioni dei malati che ne fanno richiesta. Oltre i ristoranti e la fantastica atmosfera offre anche un mare eccezionale, cristallino e limpido.

GIARDINI NAXOS (Messina)  Civile abitazione ABITAZIONE PRIVATA

Città

GIARDINI NAXOS (Messina)

Immobile

Civile abitazione

ABITAZIONE PRIVATA

Centro costiero, di origine antica, stazione balneare la cui economia è basata soprattutto sul turismo e sul suo indotto, resa famosa in tutto il mondo anche da eventi annuali di rilevanza internazionale. I giardinesi, con un indice di vecchiaia inferiore alla media, sono concentrati oltre che nel capoluogo comunale, con il maggior numero di residenti, anche nelle località Chianchitta-Pallio e Porticato, nonché in numerose case sparse. Il territorio, classificato collinare, è ricco di bellezze naturali e presenta un profilo geometrico irregolare, con variazioni altimetriche sensibili. L’abitato, in forte espansione, ha un andamento plano-altimetrico non lineare.

PALERMO  Civile abitazione ABITAZIONE PRIVATA

Città

PALERMO

Immobile

Civile abitazione

ABITAZIONE PRIVATA

Il nome del quartiere è riferito a quello dei Cruillas, nobili originari della Catalogna, che si trasferì a Palermo nel XIII secolo al seguito del re Pietro III di Aragona. Il quartiere si trova alle falde di Monte Cuccio vicino al quartiere di San Giovanni Apostolo e alla zona di Petrazzi e si trova nella VI circoscrizione. Cruillas è composto prevalentemente da edilizia popolare o da grossi complessi di bassa altezza che inglobano le abitazioni di borgata più basse. Queste sono caratterizzate principalmente da case a schiera. Nella zona di via Brunelleschi e via Pietro Scaglione si hanno palazzine che arrivano all'ottavo piano. Nel quartiere si trova un santuario[2], dedicato alla Madonna del Rosario di Pompei e costruito tra il 1892 ed il 1896 ed alcune ville, utilizzate dalla nobiltà palermitana per la villeggiatura "fuori porta" risalenti al XVIII secolo. Nell'adiacente Montagnola di Santa Rosalia sono state rinvenute delle incisioni attribuite al periodo punico. Oltre al Santuario dedicato alla Madonna del Rosario di Pompei, sono presenti due Parrocchie: Mater Dei e quella dedicata a Santa Rosa da Lima. Quest'ultima accoglie un grandissimo numero di popolazione e devoti. Le linee AMAT che collega il quartiere sono la 529 e la 675 che collegano anche con l'Ospedale Cervello.

AGRIGENTO  Civile abitazione VILLETTA

Città

AGRIGENTO

Immobile

Civile abitazione

VILLETTA

Il Villaggio Mosè è una frazione di Agrigento. Sorto tra gli anni trenta e '40 del Novecento, come zona residenziale per gli operai della vicina miniera zolfifera della Ciavolotta, considerata una delle aree più ricche di zolfo nel mondo. La successiva crisi delle attività estrattive in Sicilia trasformò tra gli anni sessanta e '70 il piccolo centro minerario in centro commerciale oltre che residenziale. Esso sorge a sud-est del centro della città e per la sua vocazione commerciale è sede di numerose e variegate attività economiche e commerciali, oltre che di numerosi hotel, data anche la vicinanza con le spiagge.

ALCAMO (Trapani)  Civile abitazione VILLETTA

Città

ALCAMO (Trapani)

Immobile

Civile abitazione

VILLETTA

Ha una posizione centrale tra il mare e la montagna cosa che le dona molto fascino grazie alla presenza di distese verdi che si perdono tra le dune di sabbia e il mare. La frazione più importante è Alcamo Marina che è bagnata dal mar Tirreno. Dal XVI secolo in poi furono costruite magnifiche chiese, in stile barocco prima e rinascimentale dopo. La Chiesa Madre è stata eretta nel 600 su un progetto di Angelo Italia e Giuseppe Diamante. La Chiesa fu costruita sui ruderi di un antico luogo di culto del quale restano visibile il portale e il campanile. L’interno, diviso in tre zone, è impreziosito dai dipinti di Borremans e Gagini (il Transito della Vergine e il Crocefisso nella cupola). Anche la Chiesa di San Francesco merita una visita. Al suo interno vi sono due sculture che riproducono La Maddalena e San Marco. Badia Grande è una chiesa in stile barocco che conserva al suo interno dei dipinti del Novelli del XVII secolo. La Chiesa di S. Oliva è molto interessante da visitare soprattutto per i lavori del Gagini che custodisce al suo interno e allo stesso modo lo è la Chiesa dei SS. Paolo e Bartolomeo che presenta dei tratti barocchi e al suo interno una elegantissima Madonna del Miele. Oltre le Chiese vi sono il Castello di Alcamo all’interno del quale si trova un teatro per l’opera dei Pupi e che fu costruito tra il XIV e il XV secolo. Ha una struttura romboidale con quattro torri all’interno delle quali vi sono delle stanze di tortura per i prigionieri.

SIRACUSA  Civile abitazione ABITAZIONE PRIVATA

Città

SIRACUSA

Immobile

Civile abitazione

ABITAZIONE PRIVATA

Terra di meraviglie. Echi di civiltà antiche aleggiano ancora nelle strade. Architetture barocche raccontano la rinascita. Cielo, sole e mare la avvolgono con la loro lucentezza. Questo angolo di Sicilia suscita sensazioni profonde, come varcare il confine del tempo e tornare indietro di millenni. Questo è ciò che si avverte camminando per le strade di Siracusa, dove preziose testimonianze rievocano, con forza, lo splendore della Magna Grecia e, passo dopo passo, accompagnano il visitatore nelle epoche successive che pure hanno avuto un forte impatto sulla storia di Siracusa. Romani e Bizantini, Arabi e Normanni, Svevi e Aragonesi, tutti hanno scritto la loro parte. Neapolis, Akradina, Ortigia, Tyche, e Epipoli sono i quartieri della città antica. Basta il loro nome per entrare in un’altra dimensione. Nel Parco di Neapolis e nell’Isola di Ortigia, collegata da tre ponti alla terra ferma, si concentrano i monumenti di maggiore interesse. Immersa nella valle Iblea, nella cornice della macchia mediterranea, si trova la necropoli di Pantalica, un luogo di straordinario valore archeologico con migliaia di tombe scavate nella roccia dai primi abitanti di questa terra e successivamente sfruttate e ampliate dai Greci e dai Romani. Dall’interno i monti Iblei degradano dolcemente verso la costa, animata da rientranze, promontori, isolotti e tratti di spiaggia bianca. Sapori antichi e una vivace vita culturale e folcloristica completano l'offerta turistica della provincia.

CASTELDACCIA (Palermo)  Civile abitazione VILLETTA

Città

CASTELDACCIA (Palermo)

Immobile

Civile abitazione

VILLETTA

Ideale luogo di villeggiatura, a ovest di capo Zafferano. Interessanti: la Chiesa Madre e la Torre Ducale entrambi risalenti alla prima metà del secolo XVIII. Tracce di insediamenti preesistenti d’epoca araba e normanna sono stati accertati nelle contrade a monte dell’abitato. In particolare, nella contrada Cianuro, sorgeva un casale ove, al tempo di Re Ruggero I, si produceva il vino per la Cappella Palatina di Palermo (Palazzo dei Normanni). Casteldaccia è rinomata per la qualità dei vini prodotti, sin dal 1824, anno in cui il Duca di Salaparuta impiantò la sua azienda enologica “Corvo” che tanto lustro da alla cittadina.

TRAPANI  Civile abitazione ABITAZIONE PRIVATA

Città

TRAPANI

Immobile

Civile abitazione

ABITAZIONE PRIVATA

Conosciuta nel mondo, come la “Città del Sale e della Vela”, ha sempre sviluppato una fiorente attività economica legata all’estrazione e al commercio del sale, giovandosi della sua posizione naturale, proiettata sul Mediterraneo, e del suo porto, antico sbocco commerciale per Eryx (l’odierna Erice), meravigliosa città, sita sul monte Erice appunto, che sovrasta Trapani. Un’altra caratteristica di Trapani è la sua forma a falce dove, passeggiando nel suo centro storico, si possono notare le varie stratificazioni culturali dei secoli, rendendola così, davvero invidiabile. Ma lo è tutta la sua area, posizionata di fronte alle Isole Egadi, per poi scoprire il sito archeologico di Selinunte e, andando verso Marsala, si trova la Riserva Naturale dello Stangone, un posto davvero paradisiaco dove l’armonia tra il sole, il vento e il mare, In questa “Via del Sale” hanno creato uno dei tramonti più belli del Mediterraneo. Marsala come non ricordarla, fu l’inizio della storia dell’Unità d’Italia, dove sbarcarono i 1000 garibaldini al comando del Generale Giuseppe Garibaldi, noto nel mondo con il nomignolo de “’Eroe dei Due Mondi” condusse la riunificazione del popolo italiano. Sempre nelle vicinanze di Trapani, troviamo Custunaci, una cittadina che conserva e celebra la tradizione del presepe vivente come nessun altro luogo la si può ritrovare così rievocata. Da tutto il mondo arrivano i turisti per ammirare come, questa cittadina, sa trasformarsi per la Santa rievocazione.

REALMONTE (Agrigento)  Civile abitazione ABITAZIONE PRIVATA

Città

REALMONTE (Agrigento)

Immobile

Civile abitazione

ABITAZIONE PRIVATA

Piccolo centro abitato della Provincia di Agrigento posto su di una lieve collina che si affaccia sul mare. Il Territorio presenta quote altimetriche crescenti procedendo dal mare, da quota zero a quota 400 mt., a parte alcune zone che si ergono (Monte Rosso, Monte Rossello, Monte Giampaolo, Monte Mele). Al territorio appartengono le zone balneari di Baia di Capo Rossello, Punta Grande, Pergole e Gelonardo che ospitano vaste aree piane, destinate all’edilizia estiva, e delle bellissime spiagge. L’arco costiero ha una morfologia molto varia che comprende tratti di spiaggia profonda e tratti caratterizzati da un salto piuttosto rilevante dai 30 ai 100 mt. in corrispondenza della linea di costa. Il territorio presenta aspetti paesaggistici forti e mutevoli per caratteri orografici e tipo di vegetazione. Anche la vegetazione gioca un ruolo determinante sulle variazioni cromatiche, specialmente nelle “zone rosse”(Monterosso e Capo Rossello), dove al rossiccio calcarenitico vediamo contrapposto il verde scuro della Macchia Mediterranea, fortemente presente su Monterosso e Capo Rossello, la quale fornisce un forte effetto chiaroscurale. Un elemento di notevole interesse paesaggistico è rappresentato dalla Scala dei Turchi, sito che sta per diventare Patrimonio dell’Umanità, costituita da un suggestivo sperone di marna bianca prominente sul mare, le cui falde degradanti a strato le conferiscono un aspetto molto caratteristico e unico dai forti contrasti cromatici.

ACIREALE (Catania)  Civile abitazione ABITAZIONE PRIVATA

Città

ACIREALE (Catania)

Immobile

Civile abitazione

ABITAZIONE PRIVATA

Cittadina costiera, di origine antica, che basa la sua economia sulle tradizionali attività agricole, industriali e sul turismo. Gli acesi, con un indice di vecchiaia inferiore alla media, sono concentrati per la maggior parte nel capoluogo comunale, che mostra forti segni di espansione edilizia; il resto della popolazione è distribuita nella località di Pennisi, nonché in numerose case sparse. Il territorio, con una sorgente di acqua sulfurea che sgorga a 22° C, classificato di collina, presenta un profilo geometrico irregolare, con variazioni altimetriche accentuate. L’abitato sorge su un costone lavico, denominato “La Timpa”, ai piedi dell’imponente Etna. Sullo sfondo azzurro dello stemma comunale, concesso con Decreto del Capo del Governo, si rappresenta un castello merlato alla ghibellina, sovrastato da un leone rampante coronato, d’oro, che trattiene, con le branche, uno stendardo bifido rosso recante le lettere d’oro A. G. (Aci Galatea); l’edificio, fondato sul mare, è accompagnato da tre faraglioni.

TRAPANI  Civile abitazione ABITAZIONE PRIVATA

Città

TRAPANI

Immobile

Civile abitazione

ABITAZIONE PRIVATA

Conosciuta nel mondo, come la “Città del Sale e della Vela”, ha sempre sviluppato una fiorente attività economica legata all’estrazione e al commercio del sale, giovandosi della sua posizione naturale, proiettata sul Mediterraneo, e del suo porto, antico sbocco commerciale per Eryx (l’odierna Erice), meravigliosa città, sita sul monte Erice appunto, che sovrasta Trapani. Un’altra caratteristica di Trapani è la sua forma a falce dove, passeggiando nel suo centro storico, si possono notare le varie stratificazioni culturali dei secoli, rendendola così, davvero invidiabile. Ma lo è tutta la sua area, posizionata di fronte alle Isole Egadi, per poi scoprire il sito archeologico di Selinunte e, andando verso Marsala, si trova la Riserva Naturale dello Stangone, un posto davvero paradisiaco dove l’armonia tra il sole, il vento e il mare, In questa “Via del Sale” hanno creato uno dei tramonti più belli del Mediterraneo. Marsala come non ricordarla, fu l’inizio della storia dell’Unità d’Italia, dove sbarcarono i 1000 garibaldini al comando del Generale Giuseppe Garibaldi, noto nel mondo con il nomignolo de “’Eroe dei Due Mondi” condusse la riunificazione del popolo italiano. Sempre nelle vicinanze di Trapani, troviamo Custunaci, una cittadina che conserva e celebra la tradizione del presepe vivente come nessun altro luogo la si può ritrovare così rievocata. Da tutto il mondo arrivano i turisti per ammirare come, questa cittadina, sa trasformarsi per la Santa rievocazione.

TRAPANI  Civile abitazione ABITAZIONE PRIVATA

Città

TRAPANI

Immobile

Civile abitazione

ABITAZIONE PRIVATA

Conosciuta nel mondo, come la “Città del Sale e della Vela”, ha sempre sviluppato una fiorente attività economica legata all’estrazione e al commercio del sale, giovandosi della sua posizione naturale, proiettata sul Mediterraneo, e del suo porto, antico sbocco commerciale per Eryx (l’odierna Erice), meravigliosa città, sita sul monte Erice appunto, che sovrasta Trapani. Un’altra caratteristica di Trapani è la sua forma a falce dove, passeggiando nel suo centro storico, si possono notare le varie stratificazioni culturali dei secoli, rendendola così, davvero invidiabile. Ma lo è tutta la sua area, posizionata di fronte alle Isole Egadi, per poi scoprire il sito archeologico di Selinunte e, andando verso Marsala, si trova la Riserva Naturale dello Stangone, un posto davvero paradisiaco dove l’armonia tra il sole, il vento e il mare, In questa “Via del Sale” hanno creato uno dei tramonti più belli del Mediterraneo. Marsala come non ricordarla, fu l’inizio della storia dell’Unità d’Italia, dove sbarcarono i 1000 garibaldini al comando del Generale Giuseppe Garibaldi, noto nel mondo con il nomignolo de “’Eroe dei Due Mondi” condusse la riunificazione del popolo italiano. Sempre nelle vicinanze di Trapani, troviamo Custunaci, una cittadina che conserva e celebra la tradizione del presepe vivente come nessun altro luogo la si può ritrovare così rievocata. Da tutto il mondo arrivano i turisti per ammirare come, questa cittadina, sa trasformarsi per la Santa rievocazione.

PALERMO  Civile abitazione ABITAZIONE PRIVATA

Città

PALERMO

Immobile

Civile abitazione

ABITAZIONE PRIVATA

A causa del clima arido e della mancanza di sorgenti, si è dovuto cercare un metodo alternativo per soddisfare il bisogno idrico della città: per risolvere questo problema venne in soccorso una tecnica arabo-persiana, cioè la costruzione dei Qanat. I Qanat, costruiti dagli arabi con tecniche proprie dei persiani, sono delle strette gallerie sotterranee scavate dai muqanni, “maestri d’acqua”, con delle semplici zappette, anche perché le pareti erano costituite da calcarenite, una roccia molto friabile e facile da lavorare; questi cunicoli intercettavano la falda acquifera e tramite la gravità e una leggera pendenza trasportavano l’acqua in superficie. Il Gesuitico Alto è un antico canale d'acqua, che si sviluppa nel sottosuolo del quartiere di Altarello, al fondo Micciulla a valle delle sorgenti del Gabriele.

LICATA (Agrigento)  Civile abitazione ABITAZIONE PRIVATA

Città

LICATA (Agrigento)

Immobile

Civile abitazione

ABITAZIONE PRIVATA

Il territorio di Licata è dotato di circa 20 km di costa molto eterogenea, caratterizzata dall’alternanza di ampie spiagge sabbiose ad est della città, di alte scogliere, insenature, promontori, spiagge di ciotoli e tratti sabbiosi ad ovest. Una tipicità che consente di soddisfare le esigenze più diverse e particolari di bagnanti abituali e turisti. Una realtà paesaggistica di rara e singolare bellezza che insieme al mare cristallino, all’aria pulita, agli incantevoli scorci panoramici rendono Licata un polo turistico molto interessante. Sorprendente e di alto valore è il patrimonio archeologico di Licata, ricco di suggestione, pregno di testimonianze e di orme indelebili che rievocano il passato di questa cittadina. Un cenno a parte per Castel Sant’Angelo, fortezza secentesca, costruita dagli Spagnoli sull’omonimo monte a guardia e custodia del corso del fiume Salso, del litorale e della Piana di Licata. Per gli amanti di archeologia si consiglia la visita al Museo Civico Archeologico di Licata. Ubicato nel cinquecentesco convento cistercense di S. Maria del Soccorso - meglio conosciuto come Badia, ampliato nel Seicento con la costruzione del chiostro e nel Settecento con la nuova ala prospiciente alla piazza S. Angelo - custodisce ed espone preziosissimi reperti preistorici, ellenistici e di età medievale.

MARINA DI RAGUSA (Ragusa)  Civile abitazione VILLA

Città

MARINA DI RAGUSA (Ragusa)

Immobile

Civile abitazione

VILLA

Frazione di Ragusa situato sulle sponde del Mar Mediterraneo. Durante il periodo estivo, a causa del forte flusso turistico, la popolazione aumenta notevolmente. L'economia di Marina di Ragusa, oggi, si fonda soprattutto sul turismo balneare. Storicamente noto come "borgo di pescatori" lungo i suoi due lungomari (Lungomare Andrea Doria e Lungomare Mediterraneo, conosciuto erroneamente anche come Lungomare Vecchio per via della vicinanza al nucleo abitativo originario, benché sia stato costruito dopo l'Andrea Doria) con il passare degli anni sono nate numerose attività di ristorazione e alberghiere. Anche i prezzi degli affitti immobiliari sono influenzati dall'andamento della stagione estiva e raggiungono cifre superiori alla media regionale. Già nel 2009 è stata assegnata a Marina di Ragusa la bandiera blu dalla Fee, insieme alla vicina Pozzallo. Nel 2010 entrambe le località riconfermano il premio dell'anno precedente risultando due delle quattro spiagge migliori della Sicilia (secondo gli standard Fee). Altro settore economico ben sviluppato nella frazione è l'agricoltura intensiva in serra anche grazie alla vicinanza dei mercati ortofrutticoli di Santa Croce Camerina, Scicli e Vittoria, quest'ultimo il più grande d'Italia. Attualmente, nel giorno di Ferragosto, la chiesa di Santa Maria di Portosalvo organizza un gioco chiamato "legno a mare" (u lignu 'nzivatu) che si svolge in mattinata.

SAN LEONE (Agrigento)  Civile abitazione ABITAZIONE PRIVATA

Città

SAN LEONE (Agrigento)

Immobile

Civile abitazione

ABITAZIONE PRIVATA

Il Lido di San Leone è da sempre la spiaggia degli agrigentini. Il suo bellissimo lungomare è un frequentatissimo luogo di ritrovo nelle serate estive ed è anche cuore dell'intrattenimento, con spettacoli teatrali, un parco giochi per i più piccoli, luna park, campetti da tennis, calcetto. È il luogo ideale, su misura tanto per famiglie con bambini quanto per gli amanti del mare e per chi vuole godersi una vacanza in perfetta tranquillità circondato da sole e mare, buona tavola e storia. Ricco di lidi e di stabilimenti balneari attrezzati con noleggio ombrelloni e lettini, San Leone offre ogni genere di servizio: ristoranti, negozi, hotels di lusso e B&B. Tutto questo è un surplus di non poco valore perchè permette di coniugare una rilassante vacanza di villeggiatura, il ristoro delle acque nella canicola estiva e le escursioni archeologiche. Il tutto, in un'atmosfera di divertimento alimentata da una vitalità che non si ferma a nessuna ora del giorno o della notte. Il Lido di San Leone dispone anche di un porticciolo turistico, dotato di circa 700 posti barca e di tutti i servizi di accoglienza.

AGRIGENTO  Civile abitazione VILLETTA

Città

AGRIGENTO

Immobile

Civile abitazione

VILLETTA

Frazione di Agrigento. Sorto tra gli anni trenta e '40 del Novecento, come zona residenziale per gli operai della vicina miniera zolfifera della Ciavolotta, considerata una delle aree più ricche di zolfo nel mondo. La successiva crisi delle attività estrattive in Sicilia trasformò tra gli anni sessanta e '70 il piccolo centro minerario in centro commerciale oltre che residenziale. Esso sorge a sud-est del centro della città e per la sua vocazione commerciale è sede di numerose e variegate attività economiche e commerciali, oltre che di numerosi hotel, data anche la vicinanza con le spiagge.

MUSSOMELI (Caltanissetta)  Civile abitazione ABITAZIONE PRIVATA

Città

MUSSOMELI (Caltanissetta)

Immobile

Civile abitazione

ABITAZIONE PRIVATA

Questo paese è noto per l’abbondante produzione di grano, olio, vino e fichi e per l’allevamento di bovini e ovini. Il nome Mussomeli deriva dall’arabo Manzil che significa “dimora casale” e Mel che vuole dire “bene”. Per queste terre passarono Normanni, Svevi ed Angioini, sotto il dominio dei quali conobbe un cospicuo sviluppo urbanistico e architettonico che gli valse la definizione di “Presepe d’Europa”. L’attuale centro urbano fu fondato dal principe Manfredi III di Chiaramonte nel secolo XIV con il nome di Manfreda. Mussomeli è arroccata su una collina, in posizione panoramica con le case serrate l’una all’altra tanto da lasciare spazio solo a strette stradine lastricate. Alle spalle del paese si erge imponente il Castello Manfredonico, che è tra i migliori conservati della Sicilia, circondato da una doppia fascia di mura e un arco acuto introduce all’interno della prima cinta mentre due stemmi, ormai consumati, sono scolpiti nei punti d’imposta dell’arco mostrando le armi dei Chiaromonte. Salendo un po’ si incontra la seconda cinta muraria, del ‘300, alla quale si accede attraverso un atrio più interno scolpito con le due torri merlate. Poco dopo la sua costruzione questo castello fu abbandonato e forse proprio per tale motivo ha conservato quasi intatta la struttura trecentesca. Il castello ha una pianta poligonale con forma a tenaglia e il corpo principale si affaccia sullo strapiombo, dove erano eseguite anticamente le condanne a morte.

SORTINO (Siracusa)  Civile abitazione ABITAZIONE PRIVATA

Città

SORTINO (Siracusa)

Immobile

Civile abitazione

ABITAZIONE PRIVATA

A nord ovest da Siracusa da cui dista 30 chilometri e 60 km da Catania ed è nell'alta valle dell'Anapo. Della cultura sortinese, fa parte da ormai tantissimi anni l'Opira di li Pupi (in lingua siciliana), in cui vengono narrate le eroiche gesta dei paladini francesi. Tra le storie più rappresentate abbiamo l'Orlando furioso; altre rappresentazioni messe in scena sono le famose "farse", scene comiche narrate prevalentemente in siciliano. Sicuramente i più importanti "pupari" sortinesi restano i "Puglisi", che da più generazioni ci tramandano quest'arte. La lunga tradizione mielaia delle genti sortinesi succedutesi nelle varie generazioni ha portato alla produzione di mieli caratteristici, quali quello di timo, di eucalipto, di zagara oltre che all'onnipresente millefiori. Il pizzolo (pizzòlu in siciliano) è un prodotto tipico della cucina siciliana, in particolare di quella sortinese, ma può gustarsi in tutte le pizzerie della Provincia di Siracusa o in apposite pizzolerie sparse in tutta la provincia ed in alcune città della Sicilia sudorientale. Monumenti e luoghi d'interesse sono la Chiesa madre di San Giovanni apostolo ed evangelista, la Chiesa di Santa Sofia Vergine e Martire, la Chiesa delle Anime del Purgatorio, la Chiesa di San Sebastiano, la Chiesa della Natività, la Chiesa dell'Annunziata, la Chiesa della Madonna del Carmelo, la Chiesa di San Francesco d'Assisi, la Chiesa delle Benedettine, la Chiesa del Collegio, la Chiesa di San Giuseppe.

SIRACUSA  Civile abitazione VILLA

Città

SIRACUSA

Immobile

Civile abitazione

VILLA

Terra di meraviglie. Echi di civiltà antiche aleggiano ancora nelle strade. Architetture barocche raccontano la rinascita. Cielo, sole e mare la avvolgono con la loro lucentezza. Questo angolo di Sicilia suscita sensazioni profonde, come varcare il confine del tempo e tornare indietro di millenni. Questo è ciò che si avverte camminando per le strade di Siracusa, dove preziose testimonianze rievocano, con forza, lo splendore della Magna Grecia e, passo dopo passo, accompagnano il visitatore nelle epoche successive che pure hanno avuto un forte impatto sulla storia di Siracusa. Romani e Bizantini, Arabi e Normanni, Svevi e Aragonesi, tutti hanno scritto la loro parte. Neapolis, Akradina, Ortigia, Tyche, e Epipoli sono i quartieri della città antica. Basta il loro nome per entrare in un’altra dimensione. Nel Parco di Neapolis e nell’Isola di Ortigia, collegata da tre ponti alla terra ferma, si concentrano i monumenti di maggiore interesse. Immersa nella valle Iblea, nella cornice della macchia mediterranea, si trova la necropoli di Pantalica, un luogo di straordinario valore archeologico con migliaia di tombe scavate nella roccia dai primi abitanti di questa terra e successivamente sfruttate e ampliate dai Greci e dai Romani. Dall’interno i monti Iblei degradano dolcemente verso la costa, animata da rientranze, promontori, isolotti e tratti di spiaggia bianca. Sapori antichi e una vivace vita culturale e folcloristica completano l'offerta turistica della provincia.

GRATTERI (Palermo)  Civile abitazione ABITAZIONE PRIVATA

Città

GRATTERI (Palermo)

Immobile

Civile abitazione

ABITAZIONE PRIVATA

Piccolo centro delle Madonie, Gratteri sovrasta panoramicamente la costa tirrenica dall'alto della regione geografica montana posta a sud-ovest di Cefalù. Il suo territorio comunale, compreso nell'area settentrionale del parco delle Madonie, confina con quello dei comuni di Cefalù (nord e nord-ovest), Lascari (nord-ovest), Collesano (ovest e sud-ovest) e Isnello (est e sud-est). Al paese è dedicato un cratere di 7 km di diametro sul pianeta Marte. Nel quartiere di San Giacomo è presente una colonia felina, di cui si prendono cura numerosi abitanti della zona. La chiesa di San Michele Arcangelo o "maggiore ecclesia", costruita nell'area del castello verso la metà del XIV secolo, divenne il nuovo centro del paese. Nella seconda metà del XV secolo, la costruzione della chiesa di San Sebastiano diede origine ad una nuova espansione dell'abitato a sud-est del castello. Nacquero i quartieri "di lu sciumi", "di Fantina", e "di San Sebastiano", collegati al nucleo medievale attraverso i tre ponti. Alla fine del secolo sono probabilmente attribuibili la piccola chiesa del Crocifisso e quella di Santa Caterina, entrambe nel quartiere della "Scala". La manifestazione culinaria "Cucchia Fest" nasce con l'intento di promuovere il tipico dolce da forno (la “taralla” o savoiarda morbida), sposato al buon gelato artigianale. La “cucchia” non è altro che una coppia di savoiarde che a mò di brioche racchiudono al loro interno il gelato.

PALERMO  Civile abitazione ABITAZIONE PRIVATA

Città

PALERMO

Immobile

Civile abitazione

ABITAZIONE PRIVATA

Capoluogo della Sicilia e città più araba d’Italia, crocevia di diverse culture mediterrane, che si rispecchiano fedelmente nella cultura locale, nella struttura e nei monumenti della città. Questo passato multietnico si può vedere anche nella gastronomia, che combina ricette tipicamente italiane con gusti e sapori arabi. La sua storia e i suoi monumenti di origine bizantina, araba e normanna, sono concentrati quasi tutti nella zona denominata Quattro Canti o Teatro del Sole, una piazza ottagonale che comprede quattro quartieri: il Capo, la Cala, la Kalsa e l’Alberghiera. La Capella Palatina arabo-normanna situata nel famoso Palazzo dei Normanni, sede del parlamento siciliano, la Cattedrale, fondata nel tardo XII secolo, contiene la tomba di diversi regnanti del Regno delle Due Sicilie, tra cui Federico II, oltre ad affreschi e mosaici del XII e XIII secolo, la chiesa di san Giovanni degli Eremiti vicino al Palazzo Reale sempre in stile arabo-normanno, la chiesa Martorana, di origine greco-ortodossa divenne poi cattolica nel periodo normanno, la chiesa di san Cataldo, poco distante della precedente, con le grosse cupole e un pavimento musivo di notevole interesse artistico, la chiesa del san Salvatore, con fattezze barocche e decorata internamente da marmi policromi e affreschi; infine da citare anche la chiesa di san Giuseppe dei Teatini, il più significativo esempio di barocco a Palermo e nell’intera Sicilia.

SANTA FLAVIA (Palermo)  Civile abitazione VILLETTA

Città

SANTA FLAVIA (Palermo)

Immobile

Civile abitazione

VILLETTA

Comune italiano di 11.246 abitanti della città metropolitana di Palermo in Sicilia. Si trova a circa 17 km ad est del capoluogo, sulla costa tirrenica. Costituisce un'unica conurbazione con la vicina Bagheria. È conosciuta come località balneare che si affaccia su uno dei golfi più belli della Sicilia. Presenta molti porticcioli come l'Olivella e Santa Nicolicchia. Il suo porto è il secondo in Sicilia come numero di pescherecci. È il paese natale di Gianni Mineo, partigiano che salvò gli ostaggi della Chiassa durante la seconda guerra mondiale. Il territorio di Santa Flavia è situato su un promontorio tra il golfo di Palermo e quello di Termini Imerese. Sorge su una zona litoranea bassa e sabbiosa alternata da formazioni in calcarenite. I principali prodotti agricoli coltivati nel suo territorio sono gli agrumi e gli ortaggi. È rilevante la produzione ittica per la cospicua pesca di pesce fresco di vario genere. Santa Flavia è molto importante per il turismo, specie quello balneare. Nel porto peschereccio di Porticello stazionano 266 imbarcazioni per la pesca. Diversi monumenti e luoghi d'interesse tra cui la Basilica Soluntina di Sant'Anna, la Chiesa di Maria Santissima del Lume (Porticello), la Chiesa di Maria Santissima Addolorata (Sant'Elia), il Castello e Palazzo Reale di Solanto.

VILLAGGIO MOSÈ (Agrigento)  Civile abitazione VILLA

Città

VILLAGGIO MOSÈ (Agrigento)

Immobile

Civile abitazione

VILLA

Il Villaggio Mosè è una frazione di Agrigento. Sorto tra gli anni trenta e '40 del Novecento, come zona residenziale per gli operai della vicina miniera zolfifera della Ciavolotta, considerata una delle aree più ricche di zolfo nel mondo. La successiva crisi delle attività estrattive in Sicilia trasformò tra gli anni sessanta e '70 il piccolo centro minerario in centro commerciale oltre che residenziale. Esso sorge a sud-est del centro della città e per la sua vocazione commerciale è sede di numerose e variegate attività economiche e commerciali, oltre che di numerosi hotel, data anche la vicinanza con le spiagge.

SANTA FLAVIA (Palermo)  Civile abitazione ABITAZIONE PRIVATA

Città

SANTA FLAVIA (Palermo)

Immobile

Civile abitazione

ABITAZIONE PRIVATA

Comune italiano di 11.246 abitanti della città metropolitana di Palermo in Sicilia. Si trova a circa 17 km ad est del capoluogo, sulla costa tirrenica. Costituisce un'unica conurbazione con la vicina Bagheria. È conosciuta come località balneare che si affaccia su uno dei golfi più belli della Sicilia. Presenta molti porticcioli come l'Olivella e Santa Nicolicchia. Il suo porto è il secondo in Sicilia come numero di pescherecci. È il paese natale di Gianni Mineo, partigiano che salvò gli ostaggi della Chiassa durante la seconda guerra mondiale. Il territorio di Santa Flavia è situato su un promontorio tra il golfo di Palermo e quello di Termini Imerese. Sorge su una zona litoranea bassa e sabbiosa alternata da formazioni in calcarenite. I principali prodotti agricoli coltivati nel suo territorio sono gli agrumi e gli ortaggi. È rilevante la produzione ittica per la cospicua pesca di pesce fresco di vario genere. Santa Flavia è molto importante per il turismo, specie quello balneare. Nel porto peschereccio di Porticello stazionano 266 imbarcazioni per la pesca. Diversi monumenti e luoghi d'interesse tra cui la Basilica Soluntina di Sant'Anna, la Chiesa di Maria Santissima del Lume (Porticello), la Chiesa di Maria Santissima Addolorata (Sant'Elia), il Castello e Palazzo Reale di Solanto.

VILLAGRAZIA DI CARINI (Palermo)  Civile abitazione VILLA

Città

VILLAGRAZIA DI CARINI (Palermo)

Immobile

Civile abitazione

VILLA

Frazione di Carini, nella città metropolitana di Palermo. Il corso che percorre tutta la città è la Via Nazionale, sede di diversi negozi e dei servizi principali. attraversata anche dalla SS 113. Villagrazia possiede una scuola, che ha funzioni sia di elementare che media, intitolata a Renato Guttuso, e due centri di rimessaggio per imbarcazioni. Nel 1899 vi furono rinvenuti i resti di catacombe, risalenti probabilmente al III secolo d. C. La frazione si formò come luogo di villeggiatura, grazie ai numerosi nobili palermitani che si trasferirono nel territorio di Carini.

TORRETTA (Palermo)  Civile abitazione ABITAZIONE PRIVATA

Città

TORRETTA (Palermo)

Immobile

Civile abitazione

ABITAZIONE PRIVATA

Torretta, ridente paesino della Sicilia Occidentale, adagiato sulle pendici di Monte Canalicchi. La natura rocciosa del suo territorio offre ridottissime possibilità di vita alle poche migliaia di abitanti che sono rimasti. Di questi una minima parte si dedica alla pastorizia e all'agricoltura boschiva. La presenza di splendidi boschi, ricchi di specie arboree, permettono a chi vuole visitare Torretta di passare una giornata verde degustando i prodotti genuini che questa terra produce. A poca distanza dall'abitato esiste una fonte di acqua detta “della Favarotta". Nei pressi di questa fonte si trovano profonde grotte, ricche di preistoriche stalattiti, le grotte del Fico e la grotta "da' Za Minica" sito ad alto valore archeologico perchè raccoglie incisioni di animali e vari reperti risalenti al paleolitico superiore, esposti attualmente al Museo di Storia Nazionale di Terrasini. Di rilevante interesse è il patrimonio artistico di questo centro suburbano, costituito dal Santuario della Madonna delle Grazie e dai tesori d'arte diligentemente raccolti ed accura tamente custoditi in esso e nel piccolo Museo, annesso al Santuario.

AGRIGENTO  Civile abitazione VILLA

Città

AGRIGENTO

Immobile

Civile abitazione

VILLA

Frazione di Agrigento. Sorto tra gli anni trenta e '40 del Novecento, come zona residenziale per gli operai della vicina miniera zolfifera della Ciavolotta, considerata una delle aree più ricche di zolfo nel mondo. La successiva crisi delle attività estrattive in Sicilia trasformò tra gli anni sessanta e '70 il piccolo centro minerario in centro commerciale oltre che residenziale. Esso sorge a sud-est del centro della città e per la sua vocazione commerciale è sede di numerose e variegate attività economiche e commerciali, oltre che di numerosi hotel, data anche la vicinanza con le spiagge.

SCIACCA (Agrigento)  Civile abitazione ABITAZIONE PRIVATA

Città

SCIACCA (Agrigento)

Immobile

Civile abitazione

ABITAZIONE PRIVATA

Incastonata fra la valle dei Templi di Agrigento ed il Parco Archeologico di Selinunte, si trova una citta scrigno, custode di tesori inestimabili. Da sempre Sciacca è stata meta di visitatori anche importanti ai quali ha offerto uno straordinario patrimonio intriso di storia, arte, natura. Citta Degna, ha conservato i tratti di un illustre passato. Chiese, Conventi, Palazzi nobiliari sono testimonianza di una storia millenaria che ha nelle Terme il suo maggiore punto di riferimento. Come scriveva Guido Piovene "Sciacca è la più antica stazione termale italiana" ed una delle più complete. Fanghi, acque sulfuree, stufe vaporose sono la sintesi di un benessere assicurato altresì dalla salubrità del clima. La natura trionfa su luminose albe e splendidi tramonti che, come annotava Giuseppe Tomasi di Lampedusa, accarezzano "un mare azzurrissimo, quasi nero, che scintilla furiosamente sotto il sole meridiano". E da questo mare Sciacca trae una delle sue grandi ricchezze: il famoso pesce di Sciacca da gustare fresco, ingentilito da un filo d'olio di oliva extravergine di Sciacca ed innaffiato da un buon bicchiere di vino DOC di Sciacca. Quel pesce lavorato con pazienza da mani sapienti nelle numerose aziende ittico conserviere note in tutto il mondo.

AGRIGENTO  Civile abitazione VILLETTA

Città

AGRIGENTO

Immobile

Civile abitazione

VILLETTA

Frazione e principale lido di Agrigento. Sorge sulla punta Akragas, in prossimità della foce del fiume Akragas, detto anche di San Leone. Conosciuto per essere il lido balneare della Città dei Templi, prende il nome dal papa Leone II (682-683), siciliano. In origine il luogo era occupato dall'emporio (porto) della città greca che fu ininterrottamente frequentato fino al periodo arabo. L'emporio era già frequentato dai navigatori micenei intorno alla metà del II millennio a.C. nel quale si rifornivano principalmente di zolfo e salgemma. A questo periodo risale il villaggio fortificato scoperto da Mosso al principio del Novecento. Nel VII secolo a.C. i greci di Gela vi stabilirono uno scalo commerciale, documentato dalla vicina necropoli di Montelusa (collina ad occidente dell'attuale insediamento). San Leone è una frequentata località balneare grazie alle lunghe spiagge che la circondano, le dune e la Maddalusa, e per la vicinanza della Valle dei Templi.

AGRIGENTO  Civile abitazione VILLA

Città

AGRIGENTO

Immobile

Civile abitazione

VILLA

Frazione e principale lido di Agrigento. Sorge sulla punta Akragas, in prossimità della foce del fiume Akragas, detto anche di San Leone. Conosciuto per essere il lido balneare della Città dei Templi, prende il nome dal papa Leone II (682-683), siciliano. In origine il luogo era occupato dall'emporio (porto) della città greca che fu ininterrottamente frequentato fino al periodo arabo. L'emporio era già frequentato dai navigatori micenei intorno alla metà del II millennio a.C. nel quale si rifornivano principalmente di zolfo e salgemma. A questo periodo risale il villaggio fortificato scoperto da Mosso al principio del Novecento. Nel VII secolo a.C. i greci di Gela vi stabilirono uno scalo commerciale, documentato dalla vicina necropoli di Montelusa (collina ad occidente dell'attuale insediamento). San Leone è una frequentata località balneare grazie alle lunghe spiagge che la circondano, le dune e la Maddalusa, e per la vicinanza della Valle dei Templi.

AGRIGENTO  Civile abitazione VILLETTA

Città

AGRIGENTO

Immobile

Civile abitazione

VILLETTA

Frazione e principale lido di Agrigento. Sorge sulla punta Akragas, in prossimità della foce del fiume Akragas, detto anche di San Leone. Conosciuto per essere il lido balneare della Città dei Templi, prende il nome dal papa Leone II (682-683), siciliano. In origine il luogo era occupato dall'emporio (porto) della città greca che fu ininterrottamente frequentato fino al periodo arabo. L'emporio era già frequentato dai navigatori micenei intorno alla metà del II millennio a.C. nel quale si rifornivano principalmente di zolfo e salgemma. A questo periodo risale il villaggio fortificato scoperto da Mosso al principio del Novecento. Nel VII secolo a.C. i greci di Gela vi stabilirono uno scalo commerciale, documentato dalla vicina necropoli di Montelusa (collina ad occidente dell'attuale insediamento). San Leone è una frequentata località balneare grazie alle lunghe spiagge che la circondano, le dune e la Maddalusa, e per la vicinanza della Valle dei Templi.

SAMBUCA DI SICILIA (Agrigento)  Civile abitazione ABITAZIONE PRIVATA

Città

SAMBUCA DI SICILIA (Agrigento)

Immobile

Civile abitazione

ABITAZIONE PRIVATA

Nasce nell'827 con l'arrivo dei Musulmani, ed è certo che nella zona già da molto tempo prima gli Elimi e i Sicani vi avevano abitato, proprio come è testimoniato dall'affascinante zona archeologica di Monte Adranone, insediamento greco-punico del VI secolo a.C. Monte Adranone è il più alto insediamento punico del Mediterraneo, con l'acropoli, il quartiere artigianale e 5 chilometri di cinta. Nell'area del Castello, edificato dall'Emiro Al Zabuth ("lo Splendido", da cui l'antico nome di Sambuca Zabut), invece, oggi sorge la Chiesa Madre di Sambuca (XVII secolo), monumento da vedere come la Chiesa di Maria SS. dell'Udienza di origine cinquecentesca. Suggestivi poi il quartiere saraceno, recentemente restaurato e costituito da brevi vie, da basse abitazioni e da cortili, e dalla fortezza "Mazzallakkar" sul lago Arancio. Presso il monastero di Santa Caterina è da ammirare l'Antiquarium con i suoi straordinari reperti archeologici di Monte Adranone. Sono da visitare il Teatro Comunale "L'Idea" e le opere pittoriche del maestro Gianbecchina, presso l'omonima Istituzione. La città è anche rinomata per la sua vivacità culturale.

LASCARI (Palermo)  Civile abitazione ABITAZIONE PRIVATA

Città

LASCARI (Palermo)

Immobile

Civile abitazione

ABITAZIONE PRIVATA

Agrumi profumatissimi e verdi alberi d’ulivo addobbano a festa acquietanti sfondi celesti e si offrono generosi e traboccanti alla vista dei moderni viandanti, che, dalla stazione ferroviaria, si apprestano, inebriati, a raggiungere il giovane Comune di Lascari. Lascari è bella e appesa, con un piede ben radicato nel passato e uno semplicemente libero, propenso a muoversi nei meandri dell’ignoto, del nuovo, di tutto ciò che oggi non rinunciamo a marchiare con l’etichetta della contemporaneità. A Lascari questa voglia di emancipazione si avverte moderata e distinta, sempre rispettosa delle altrui coscienze e delle passate vite e verità. Tradizione e modernità si compenetrano e si completano vicendevolmente, estrinsecandosi con tutta la loro forza nelle innumerevoli iniziative culturali e non, che gli abitanti e le associazioni locali pongono regolarmente in essere.

AGRIGENTO (Villaggio Mosè)  Civile abitazione ABITAZIONE PRIVATA

Città

AGRIGENTO (Villaggio Mosè)

Immobile

Civile abitazione

ABITAZIONE PRIVATA

Il Villaggio Mosè è una frazione di Agrigento. Sorto tra gli anni trenta e '40 del Novecento, come zona residenziale per gli operai della vicina miniera zolfifera della Ciavolotta, considerata una delle aree più ricche di zolfo nel mondo. La successiva crisi delle attività estrattive in Sicilia trasformò tra gli anni sessanta e '70 il piccolo centro minerario in centro commerciale oltre che residenziale. Esso sorge a sud-est del centro della città e per la sua vocazione commerciale è sede di numerose e variegate attività economiche e commerciali, oltre che di numerosi hotel, data anche la vicinanza con le spiagge.

VICARI (Palermo)  Civile abitazione ABITAZIONE PRIVATA

Città

VICARI (Palermo)

Immobile

Civile abitazione

ABITAZIONE PRIVATA

Comune in prossimità del bacino del fiume San Leonardo, sulla vetta del ponte Sant'Angelo. Il centro abitato è stato costruito ai piedi del castello, edificato dal conte Ruggero d'Altavilla nel 1077 e rifondato nel XIV secolo dal barone Manfredi Chiaramonte. Il fiume San Leonardo, chiamato dagli arabi Bahr-Al-Sulla, oggi povero di acque, prima di riversarsi nel tirreno attraversa un'estesa vallata, la Val di Mazara. La valle segna il confine naturale tra l'area settentrionale della provincia palermitana e quella dell'Agrigentino, costituendo di fatto il punto d'incontro tra la Sicilia punica ad occidente e quella ellenica ad oriente. Non a caso nel XII secolo il geografo arabo Idrisi segnalava la rocca di Vicari come uno dei punti strategici dell'Isola di rilevante importanza militare. L'edilizia del paese, e in maniera particolare quella del centro storico, è di un impianto urbano medievale. L'assetto viario conserva ancora oggi molte delle caratteristiche proprie dell'urbanistica islamica con un gran numero di vicoli articolati secondo la natura del terreno. Il nome del comune, dal latino Biccaris, ossia produttori di buoi rileva l'antica base dell'economia locale: la zootecnia. Oggi Vicari è un paese prevalentemente agricolo. Si coltiva il mandorlo e l'ulivo, oltre che la vite, il frumento e l'avena. Altra importante forma di reddito è rappresentata dall'artigianato, riferito in particolare all'edilizia, alla lavorazione del ferro e del legno.

COMISO (Ragusa)  Civile abitazione ABITAZIONE PRIVATA

Città

COMISO (Ragusa)

Immobile

Civile abitazione

ABITAZIONE PRIVATA

La città, patria dello scrittore Gesualdo Bufalino, è ricca di storia e cultura: di particolare interesse sono i resti delle Terme Romane di Diana, le tombe preistoriche e le grotte di Cava Porcaro e il Castello Aragonese, dimora dei vari signori che si succedettero al governo della città. Tra le chiese spiccano la Chiesa di S. Francesco all’Immacolata, risalente al 1300 e a cui furono aggiunti successivamente il convento e il chiostro arabeggiante, e il Duomo di Santa Maria delle Stelle con il suo grande piazzale esterno, che fu riportata al suo splendore dopo il terremoto del 1693. Su una delle alture che circondano la vallata di Comiso si trova la "Pagoda della Pace", una delle poche pagode presenti in Europa, che venne realizzata da un monaco buddista interamente in pietra bianca, in modo da essere visibile da tutta la città.

PALERMO  Civile abitazione VILLETTA

Città

PALERMO

Immobile

Civile abitazione

VILLETTA

Capoluogo della Sicilia e città più araba d’Italia, crocevia di diverse culture mediterrane, che si rispecchiano fedelmente nella cultura locale, nella struttura e nei monumenti della città. Questo passato multietnico si può vedere anche nella gastronomia, che combina ricette tipicamente italiane con gusti e sapori arabi. La sua storia e i suoi monumenti di origine bizantina, araba e normanna, sono concentrati quasi tutti nella zona denominata Quattro Canti o Teatro del Sole, una piazza ottagonale che comprede quattro quartieri: il Capo, la Cala, la Kalsa e l’Alberghiera. La Capella Palatina arabo-normanna situata nel famoso Palazzo dei Normanni, sede del parlamento siciliano, la Cattedrale, fondata nel tardo XII secolo, contiene la tomba di diversi regnanti del Regno delle Due Sicilie, tra cui Federico II, oltre ad affreschi e mosaici del XII e XIII secolo, la chiesa di san Giovanni degli Eremiti vicino al Palazzo Reale sempre in stile arabo-normanno, la chiesa Martorana, di origine greco-ortodossa divenne poi cattolica nel periodo normanno, la chiesa di san Cataldo, poco distante della precedente, con le grosse cupole e un pavimento musivo di notevole interesse artistico, la chiesa del san Salvatore, con fattezze barocche e decorata internamente da marmi policromi e affreschi; infine da citare anche la chiesa di san Giuseppe dei Teatini, il più significativo esempio di barocco a Palermo e nell’intera Sicilia.

PALERMO  Civile abitazione VILLA

Città

PALERMO

Immobile

Civile abitazione

VILLA

Borgo marinaro o frazione di piccole dimensioni di Palermo. L'Addaura è l'area di tutta la città di Palermo ad avere la storia più antica, risalente addirittura al Paleolitico. Abitata nel fin dal Paleolitico e poi nel Mesolitico, la testimonianza dei primi insediamenti si trova nella grotta omonima, che si trova sul fianco nord-orientale del costone roccioso che sporge verso la frazione del Monte Pellegrino. In questo complesso di cavità nella Calcarenite, trovarono rifugio i primissimi uomini ad abitare la Conca d'oro. La storia della borgata continua poi con l'edificazione del porto, e del primo nucleo di case attorno al borgo marinaro intorno al XVI secolo. Il 21 giugno 1989, nella località viene sventato un attentato al giudice Giovanni Falcone che sarebbe stato voluto per mano di Cosa Nostra, alcune bombe nascoste ai piedi della villa all'Addaura del giudice furono scoperte prima che venissero innescate. Questo evento rimase noto come Attentato dell'Addaura. Giovanni Falcone, dopo questo mancato attentato, morirà tre anni più tardi nella Strage di Capaci avvenuta il 23 maggio 1992. L'economia è stata sempre legata alla pesca, praticata con metodi antichi ed è stata sempre di sussistenza. Le grotte, sono diventate con il tempo meta turistica di rilievo per chi viene in vacanza in Provincia di Palermo. Il porticciolo e la costa infine, hanno determinato invece un turismo di tipo balneare. L'area è apprezzata anche per escursioni paesaggistiche.

PALERMO  Civile abitazione ABITAZIONE PRIVATA

Città

PALERMO

Immobile

Civile abitazione

ABITAZIONE PRIVATA

Capoluogo della Sicilia e città più araba d’Italia, crocevia di diverse culture mediterrane, che si rispecchiano fedelmente nella cultura locale, nella struttura e nei monumenti della città. Questo passato multietnico si può vedere anche nella gastronomia, che combina ricette tipicamente italiane con gusti e sapori arabi. La sua storia e i suoi monumenti di origine bizantina, araba e normanna, sono concentrati quasi tutti nella zona denominata Quattro Canti o Teatro del Sole, una piazza ottagonale che comprede quattro quartieri: il Capo, la Cala, la Kalsa e l’Alberghiera. La Capella Palatina arabo-normanna situata nel famoso Palazzo dei Normanni, sede del parlamento siciliano, la Cattedrale, fondata nel tardo XII secolo, contiene la tomba di diversi regnanti del Regno delle Due Sicilie, tra cui Federico II, oltre ad affreschi e mosaici del XII e XIII secolo, la chiesa di san Giovanni degli Eremiti vicino al Palazzo Reale sempre in stile arabo-normanno, la chiesa Martorana, di origine greco-ortodossa divenne poi cattolica nel periodo normanno, la chiesa di san Cataldo, poco distante della precedente, con le grosse cupole e un pavimento musivo di notevole interesse artistico, la chiesa del san Salvatore, con fattezze barocche e decorata internamente da marmi policromi e affreschi; infine da citare anche la chiesa di san Giuseppe dei Teatini, il più significativo esempio di barocco a Palermo e nell’intera Sicilia.

MELILLI (Siracusa)  Civile abitazione VILLA

Città

MELILLI (Siracusa)

Immobile

Civile abitazione

VILLA

È una frazione del comune di Melilli (Provincia di Siracusa), situata nei pressi del villaggio neolitico di Stentinello. Non è geograficamente contigua con il restante territorio comunale e confina con i comuni di Priolo Gargallo a nord e Siracusa a sud-ovest. A est è bagnata dal mar Ionio (golfo di Augusta), in corrispondenza del vecchio abitato di Marina di Melilli, abbandonato in seguito all'industrializzazione della costa. Nasce sul finire degli anni sessanta: le prime abitazioni furono realizzate nel 1965, ma il primo nucleo familiare risale soltanto al 1969. Le prime abitazioni erano situate per la maggior parte in contrada 'Spalla' ed in piccola parte in un'area su cui sorgeva il villaggio neolitico di Stentinello. La cittadina si svilupperà velocemente per la sua propensione a voler divenire una città giardino. Nel 1969 fu iniziata l'elettrificazione che si concluse solamente nel 2001 per quanto riguarda il sistema d'illuminazione pubblica. Nel 1971 furono avviati i lavori per la realizzazione della rete idrica e nel 1972 quelli per la telefonia. Nel 1978 con una pluriclasse fu istituita la scuola elementare e nel 1983 la scuola materna. La Delegazione Amministrativa Comunale divenne operativa nel 1981. Nel 1984 fu inaugurata la parrocchia intitolata a San Bartolomeo Apostolo.

RIPOSTO (Catania)  Civile abitazione ABITAZIONE PRIVATA

Città

RIPOSTO (Catania)

Immobile

Civile abitazione

ABITAZIONE PRIVATA

Il nome Riposto, secondo accurati studi storici, deriva dalla vocazione commerciale della zona, che aveva fatto sorgere un luogo attrezzato quale deposito (per “riporre”) per le botti e le merci da spedire via mare. La storia di Riposto ha avuto nel suo rapporto con il mare il principale fattore di sviluppo, alla fine del secolo XVI, tre gruppi tra coloni, pescatori e barcaioli-costruttori, si fusero creando il primo nucleo di una nuova comunità che prese il nome di Riposto da “Res Ponere” e si stabilì definitivamente tra il torrente Macchia, il limite sud della palude dell’Auzzanetto e il torrente Jungo, e il limite nord di grandi distese di boschi e vigne. La crescita socioeconomica di Riposto è stata intimamente legata alla campagna circostante e alle attività marinare del suo porto, turistiche e pescherecce. Il suo istituto nautico, fondato nel 1827, è il secondo più antico d’Italia, con un porto turistico privato e uno comunale da 600 posti barca. La Chiesa Madre di Riposto, magnifico ed imponente edificio , a tre navate e a croce latina in stile neoclassico, risale al periodo tra la fine del XVIII ed il XIX secolo ed è dedicata al santo protettore dei marinai San Pietro. L'odierna Chiesa della Madonna della Lettera è stata la prima chiesa di Riposto; tuttavia l'odierna struttura è solo la quarta ricostruzione. La prima fu costruita durante la dominazione arabo-normanna, la seconda durante spagnola, la terza nel '700 e l'ultima nel 1868.

ISOLA DELLE FEMMINE (Palermo)  Civile abitazione VILLA

Città

ISOLA DELLE FEMMINE (Palermo)

Immobile

Civile abitazione

VILLA

Considerato sin dall'antichità e per tradizione un luogo da impiegare a scopo economico e difensivo grazie alla sua posizione e conformazione, che lo rende un sicuro riparo contro i venti di levante per le piccole imbarcazioni. L'isolotto, situato nel tratto di mare tra Punta Raisi e Capo Gallo, ha una conformazione ovale dovuta all'erosione dei forti venti che spirano nella zona. Dal promontorio dell'isola si possono vedere il monte Pellegrino, il promontorio di Capo Gallo, l'isola di Ustica e i comuni di Carini, Isola delle Femmine e Capaci. In quelle acque vi era stagionalmente il passaggio dei tonni e i pescatori della vicina Capaci si organizzarono per pescarli. La torre, costruita in prossimità del punto più alto dell'isola, è detta anche Torre di Fuori (contrapposta alla Torre di Dentro della terraferma), risale al XVI secolo. Ha pianta quadrata, con spessori murari di oltre due metri la rendevano una fortezza inserita nel sistema difensivo delle Torri costiere della Sicilia contro gli attacchi dei corsari barbareschi alla terraferma. Gli eventi che caratterizzarono lo sbarco degli alleati durante la Seconda guerra mondiale, l'incuria del tempo ed il disinteresse hanno trasformato la torre in un rudere, il cui muro, quasi intatto, al di sopra della ripida scogliera del versante nord è ancora il volto che l'isola offre al mare. La riserva è nata per tutelare il patrimonio floristico locale e favorire la sosta delle specie migratorie.

CINISI (Palermo)  Civile abitazione VILLA

Città

CINISI (Palermo)

Immobile

Civile abitazione

VILLA

Gins è il nome arabo della cittadina di Cinisi che significa spiriti, fantasmi e cinisensi ne sono gli abitanti. Un casale di architettura araba fu il primo centro abitato risalente al secolo XI, ma soltanto nel XVII secolo fu fondata la zona più antica dell'attuale città, ad opera dei Frati benedettini appartenenti a San Martino delle Scale. Essi, infatti, edificarono su quel borgo feudale di propria giurisdizione dal 1383, una Corte che nel tempo venne ricostruita ed adeguatamente rimaneggiata. L'impronta architettonica della facciata esterna della Corte, che attualmente ospita l'Ufficio del Municipio, è di chiaro gusto settecentesco, quasi a voler ricreare una simbiosi tra l'autorità temporale e quella chiesastica. La Corte benedettina, insieme alle Torri di avvistamento Torre Pozzillo e Mulinazzo, sono le più antiche costruzioni da poter visitare, poiché maggiormente ricche di storia. Importanti anche la Chiesa del Sacramento del XVIII secolo, il Santuario della Madonna del Furi, la Chiesa delle Anime Sante, la Chiesa ed il Convento Santo Canale, tutte e due risalenti al secolo XIX. Cinisi fu la musa ispiratrice dell'illustre poeta siciliano Giovanni Meli, che fu nella cittadina tra il 1767 ed il 1772, per svolgere il suo lavoro di medico condotto. Lì egli compose parte delle sue migliori liriche, mirando il meraviglioso mare di Sicilia che bagna le coste del litorale cinisense.

TRAPANI  Civile abitazione ABITAZIONE PRIVATA

Città

TRAPANI

Immobile

Civile abitazione

ABITAZIONE PRIVATA

Conosciuta nel mondo, come la “Città del Sale e della Vela”, ha sempre sviluppato una fiorente attività economica legata all’estrazione e al commercio del sale, giovandosi della sua posizione naturale, proiettata sul Mediterraneo, e del suo porto, antico sbocco commerciale per Eryx (l’odierna Erice), meravigliosa città, sita sul monte Erice appunto, che sovrasta Trapani. Un’altra caratteristica di Trapani è la sua forma a falce dove, passeggiando nel suo centro storico, si possono notare le varie stratificazioni culturali dei secoli, rendendola così, davvero invidiabile. Ma lo è tutta la sua area, posizionata di fronte alle Isole Egadi, per poi scoprire il sito archeologico di Selinunte e, andando verso Marsala, si trova la Riserva Naturale dello Stangone, un posto davvero paradisiaco dove l’armonia tra il sole, il vento e il mare, In questa “Via del Sale” hanno creato uno dei tramonti più belli del Mediterraneo. Marsala come non ricordarla, fu l’inizio della storia dell’Unità d’Italia, dove sbarcarono i 1000 garibaldini al comando del Generale Giuseppe Garibaldi, noto nel mondo con il nomignolo de “’Eroe dei Due Mondi” condusse la riunificazione del popolo italiano. Sempre nelle vicinanze di Trapani, troviamo Custunaci, una cittadina che conserva e celebra la tradizione del presepe vivente come nessun altro luogo la si può ritrovare così rievocata. Da tutto il mondo arrivano i turisti per ammirare come, questa cittadina, sa trasformarsi per la Santa rievocazione.

FAVIGNANA (Trapani)  Civile abitazione ABITAZIONE PRIVATA

Città

FAVIGNANA (Trapani)

Immobile

Civile abitazione

ABITAZIONE PRIVATA

Isola dell'Arcipelago delle Egadi (Favignana, Levanzo, Marettimo) si trova a circa 9 miglia ad ovest di Trapani, ha una superficie di 19,38 kmq e uno sviluppo costiero di 33 km di rocce frastagliate e ricche di cavità e di grotte. Anticamente il nome di Favignana era Aegusa termine che significa farfalla data la forma dell'isola. Il nome attuale deriva da Favonio che è il nome di un vento caldo di ponente che ne determina il clima molto mite. Nonostante nell'antichità fosse ricca di vegetazione, oggi ne è povera a causa del disboscamento. L'altitudine massima dell'isola è quella del Monte Santa Caterina, di 314 metri s.l.m. e una collina alta 252 metri. Sul lato meridionale si trovano gli isolotti Galera e Galeotta.

PALERMO  Civile abitazione ABITAZIONE PRIVATA

Città

PALERMO

Immobile

Civile abitazione

ABITAZIONE PRIVATA

Capoluogo della Sicilia e città più araba d’Italia, crocevia di diverse culture mediterrane, che si rispecchiano fedelmente nella cultura locale, nella struttura e nei monumenti della città. Questo passato multietnico si può vedere anche nella gastronomia, che combina ricette tipicamente italiane con gusti e sapori arabi. La sua storia e i suoi monumenti di origine bizantina, araba e normanna, sono concentrati quasi tutti nella zona denominata Quattro Canti o Teatro del Sole, una piazza ottagonale che comprede quattro quartieri: il Capo, la Cala, la Kalsa e l’Alberghiera. La Capella Palatina arabo-normanna situata nel famoso Palazzo dei Normanni, sede del parlamento siciliano, la Cattedrale, fondata nel tardo XII secolo, contiene la tomba di diversi regnanti del Regno delle Due Sicilie, tra cui Federico II, oltre ad affreschi e mosaici del XII e XIII secolo, la chiesa di san Giovanni degli Eremiti vicino al Palazzo Reale sempre in stile arabo-normanno, la chiesa Martorana, di origine greco-ortodossa divenne poi cattolica nel periodo normanno, la chiesa di san Cataldo, poco distante della precedente, con le grosse cupole e un pavimento musivo di notevole interesse artistico, la chiesa del san Salvatore, con fattezze barocche e decorata internamente da marmi policromi e affreschi; infine da citare anche la chiesa di san Giuseppe dei Teatini, il più significativo esempio di barocco a Palermo e nell’intera Sicilia.

SIRACUSA  Civile abitazione ALLOGGI POPOLARI VIA GROTTASANTA

Città

SIRACUSA

Immobile

Civile abitazione

ALLOGGI POPOLARI VIA GROTTASANTA

La Mazzarona è un quartiere situato nella periferia nord-est di Siracusa, appartenente alla IV circoscrizione Grottasanta, sorto durante il boom edilizio (popolare e privato) partito dagli anni 60 e terminato negli anni 80. La Mazzarrona è una zona dalle due facce; da un lato è un vistoso esempio di quartiere dormitorio con le difficoltà classiche di un quartiere periferico; da un altro si trova presso una delle zone naturali più belle della città[senza fonte] in quanto caratterizzata dalla presenza del mare e di scogliere che di fatto formano la lunga costa (storicamente appellata dai siracusani a costa re piliceddi) che parte da sud (Borgata Santa Lucia) e termina a nord (Santa Panagia) della città.

PALERMO  Civile abitazione VILLA

Città

PALERMO

Immobile

Civile abitazione

VILLA

Capoluogo della Sicilia e città più araba d’Italia, crocevia di diverse culture mediterrane, che si rispecchiano fedelmente nella cultura locale, nella struttura e nei monumenti della città. Questo passato multietnico si può vedere anche nella gastronomia, che combina ricette tipicamente italiane con gusti e sapori arabi. La sua storia e i suoi monumenti di origine bizantina, araba e normanna, sono concentrati quasi tutti nella zona denominata Quattro Canti o Teatro del Sole, una piazza ottagonale che comprede quattro quartieri: il Capo, la Cala, la Kalsa e l’Alberghiera. La Capella Palatina arabo-normanna situata nel famoso Palazzo dei Normanni, sede del parlamento siciliano, la Cattedrale, fondata nel tardo XII secolo, contiene la tomba di diversi regnanti del Regno delle Due Sicilie, tra cui Federico II, oltre ad affreschi e mosaici del XII e XIII secolo, la chiesa di san Giovanni degli Eremiti vicino al Palazzo Reale sempre in stile arabo-normanno, la chiesa Martorana, di origine greco-ortodossa divenne poi cattolica nel periodo normanno, la chiesa di san Cataldo, poco distante della precedente, con le grosse cupole e un pavimento musivo di notevole interesse artistico, la chiesa del san Salvatore, con fattezze barocche e decorata internamente da marmi policromi e affreschi; infine da citare anche la chiesa di san Giuseppe dei Teatini, il più significativo esempio di barocco a Palermo e nell’intera Sicilia.

SIRACUSA  Civile abitazione ALLOGGI POPOLARI VIA PALMA

Città

SIRACUSA

Immobile

Civile abitazione

ALLOGGI POPOLARI VIA PALMA

Akradina è il nome di quello che era un quartiere della Siracusa antica e che oggi è la quinta circoscrizione. Anticamente esso era uno dei quartieri della pentapoli (cinque città) siracusana il cui nome significava “Terra dei peri selvatici” e si trovava a nord di Ortigia sino alla costa est, era separato dal quartiere Tiche dalle mura dette di Gelone. Oggi nel quartiere Acradina sono presenti la Balza Acradina (parco naturalistico), la Torre di Bosco Minniti (sec.XIV) e un’area per le attività sportive (la Cittadella dello Sport “Concetto Lo Bello).

SIRACUSA  Civile abitazione ALLOGGI POPOLARI VIA ALGERI

Città

SIRACUSA

Immobile

Civile abitazione

ALLOGGI POPOLARI VIA ALGERI

Grottasanta (Ruttasanta in siracusano) è un quartiere di Siracusa. Sorto negli anni 70 a fronte di un'espansione edilizia della città verso nord, il quartiere prende il nome dall'omonimo sito sottostante l'odierna chiesa dell'Addolorata di via dei Servi di Maria. Agli inizi del '900 la zona di Grottasanta comincio' a popolarsi; per provvedere all'assistenza spirituale della popolazione, nel 1932 l’Arcivescovo di Siracusa mons. Giacomo Carabelli con il contributo di Papa Pio XI edificò una nuova chiesa, sopra la grotta, sull’area donata dai Marchesi Gargallo. Il 23 agosto 1935, festa di san Filippo Benizi, mons. Ettore Baranzini eresse la chiesa a parrocchia, con il titolo di “Maria SS. Addolorata a Grottasanta”, e la affidò ai Servi di Maria, che per vocazione si dedicano a diffondere la conoscenza, l'amore e la devozione a Gesù Crocifisso e alla Vergine SS. Addolorata.

CALTAGIRONE (Catania)  Civile abitazione ABITAZIONE PRIVATA

Città

CALTAGIRONE (Catania)

Immobile

Civile abitazione

ABITAZIONE PRIVATA

Centro agricolo situato nella Sicilia centrale, è famoso per la produzione della ceramica, attività sviluppata nei secoli a partire dai tempi della Magna Grecia. È stata per oltre due millenni roccaforte privilegiata di molti popoli che controllavano le piane di Catania e di Gela, tra cui bizantini, arabi, genovesi e normanni. Nella seconda metà del XX secolo, Caltagirone ha vissuto un periodo di fioritura economica, grazie allo sviluppo del settore terziario e al turismo. Il centro storico è stato insignito del titolo di Patrimonio dell'umanità dall'UNESCO nel 2002, insieme al Val di Noto. Nel territorio di Caltagirone sono presenti la Riserva naturale orientata Bosco di Santo Pietro e il Parco Monte San Giorgio, situato nella parte nord della città. Basilica Cattedrale di San Giuliano, chiesa di origine normanna. Abbazia di Terrana, a pochi chilometri da Santo Pietro, nel vicino feudo di Terrana. Cimitero monumentale di Caltagirone, ad appena tre chilometri dal centro abitato.

SIRACUSA  Civile abitazione ALLOGGI POPOLARI VIA ANTONELLO DA MESSINA

Città

SIRACUSA

Immobile

Civile abitazione

ALLOGGI POPOLARI VIA ANTONELLO DA MESSINA

Acradina (o anche Akradina, Ἀχραδίνη), il cui nome significava "Terra dei peri selvatici", è il nome di quello che era uno dei quartieri della Pentapoli. si trovava a nord di Ortigia sino alla costa est, negli odierni quartieri di Santa Lucia e Grottasanta. Esso era separato da Tiche dalle mura dette di Gelone (attualmente rintracciabili nei pressi della via Mazzanti). Oltre alle mura difensive che costeggiavano il mare, in Acradina erano presenti le latomie dei cappuccini utilizzare come cave di pietra.

MONREALE (Palermo)  Civile abitazione VILLETTA

Città

MONREALE (Palermo)

Immobile

Civile abitazione

VILLETTA

Ha una particolarità storica di grande importanza: quella di essere una città (ormai di ben 30.000 abitanti) sorta attorno all'immensa e meravigliosa Cattedrale. Il Duomo Normanno fu costruito da Guglielmo II a partire dal 1174 in territorio assolutamente deserto. Tutta la successiva evoluzione della città attraverso i secoli risentì di questa scelta, che fu dettata evidentemente da motivazioni politiche oltre che da una rivalità personale tra il re normanno Guglielmo II e l'arcivescovo inglese Gualtiero Offamilio. La zona su cui costruire la cattedrale fu scelta con cura e finì per rispondere alle molte esigenze di Guglielmo, prime fra tutte il prestigio e la sicurezza. Il territorio preferito fu una zona collinare a Sud-Est di Palermo - che dista 8 chilometri - difesa alle spalle dalla mole del Monte Caputo (766 m.) e dominante la valle dell'Oreto e l'immenso e fertile agrumeto della Conca d'Oro, dove i re normanni avevano già costruito le loro ricche dimore e le torri difensive. Attorno a questo nucleo nacque a successive ondate la città di Monreale. Il Duomo, insieme alla Cattedrale di Cefalù e l’itinerario monumentale Arabo-Normanno di Palermo è stato inserito dall’Unesco nella World Heritage List.

MAZARA DEL VALLO (Trapani)  Civile abitazione ABITAZIONE PRIVATA

Città

MAZARA DEL VALLO (Trapani)

Immobile

Civile abitazione

ABITAZIONE PRIVATA

Mazara, nome indigeno che significa forse “castello”. Grazie alla sua posizione acquistò importanza sia come emporio, con stabilimenti e depositi permanenti, come testimoniato dai vasi, vetri e monete di origine fenicia ritrovati tra la foce del Mazarò e Capo Feto, che come fortezza. Il suo massimo splendore fu raggiunto nel corso della dominazione araba. Gli Arabi sbarcarono a Mazara per iniziare l’occupazione dell’isola e la misero a capo di uno dei tre distretti in cui divisero la Sicilia. I vari viaggiatori islamici che la visitarono, la magnificarono, decantando la fertilità del territorio, la prosperità economica, la fioridezza delle piantagioni e dei giardini e la bellezza degli edifici. Il vecchio centro storico, un tempo racchiuso dentro le mura normanne, include numerose chiese monumentali, alcune risalenti all'XI secolo. Presenta i tratti tipici dei quartieri a impianto urbanistico islamico tipico delle medine, chiamato Casbah (anche Kasbah), di cui le viuzze strette sono una sorta di marchio di fabbrica. Il periodo punico e romano è testimoniato dall'abbondanza di ritrovamenti in città: sarcofagi, urne cinerarie, lapidi funerarie, mosaici, e ville romane. Particolare interssante da visitare è il porto canale, costruito sull’estuario del fiume Mazarò, centro commerciale della città. Si tratta di uno dei porti pescherecci più importanti d’Italia, con una produzione annua di circa 200.000 quintali di pesce.

Assistente Online

Dubbi?
Domande?


Ti chiamiamo noi gratuitamente e senza alcun obbligo

Chiamami


Se lo preferisci puoi chattare con una operatrice.

Chattiamo

Partita I.V.A. 04966390827 | Tutti i diritti riservati SKM Italia S.r.l.
Certificati TÜV italia
Seguici sui social