Scopri chi è riuscito a risolvere
i suoi problemi di umidità
nella regione Marche

scegli immobile SCEGLI IL TIPO DI IMMOBILE
seleziona regione SELEZIONA LA REGIONE

SELEZIONE ATTUALE

Marche - Qualsiasi

MACERATA  Civile abitazione ABITAZIONE PRIVATA

Città

MACERATA

Immobile

Civile abitazione

ABITAZIONE PRIVATA

Da sempre capoluogo di Provincia, racchiude in sé tutte le caratteristiche più importanti dei centri storici strutturatisi durante il Medioevo, nel periodo dei Comuni. Situato su una collina a 311 metri slm, il Comune nasce nel 1138 e da allora il suo centro storico si sviluppa fino ad acquisire già nel Seicento le sembianze che ancora oggi lo caratterizzano. Completamente chiusa da mura quattrocentesche e cinquecentesche, Macerata si presenta armonica ed uniforme nelle sue architetture grazie anche all’uso molto diffuso del mattone. Grande importanza ha avuto la città nel Cinquecento in qualità di Sede della Legazione Pontificia della Marca, nell’ambito dello Stato Pontificio. Attualmente Macerata è “Città della Cultura” anche grazie alla sua Università, che, nata nel 1540 da uno Studium legum del 1290, si è molto sviluppata negli ultimi anni, tanto da occupare molti edifici storici importanti del centro storico e da accogliere un numero sempre maggiore di studenti anche fuori sede. L’attività culturale di Macerata si manifesta durante tutto l’anno con rassegne teatrali e musicali, conferenze di vario genere nell’ambito universitario e non.

SERRA SAN QUIRICO (Ancona)  Civile abitazione ABITAZIONE PRIVATA

Città

SERRA SAN QUIRICO (Ancona)

Immobile

Civile abitazione

ABITAZIONE PRIVATA

Una città di pietra adagiata su costa rocciosa, una città che assume le sembianze di una nave con la prua sulla valle dell'Esino. Le origini di Serra San Quirico risalgono a tempi assai remoti per la posizione chiave del luogo. Alle pendici dei Monti del Sole, sorge Domo, il primo dei quattro castelli serrani, circondato da mura che ne rivelano il carattere di antica fortificazione, fondato, si suppone, da alcuni osimani fuggiti dalla loro città assediata dai barbari. Proseguendo verso levante si giunge a Castellaro, detto anticamente Rotorscio, dal nome della feudataria Rodossa. Domina un panorama vastissimo, dai monti di Pesaro ai colli fermani. I pochi e cadenti ruderi della rocca ed una parte ristrutturata dell'antico castello, ne raccontano ancora la millenaria storia. Poco più ad oriente, in vetta ad un'alto colle, sorge Sasso, castello fortificato fin al 1200. Di antichissima storia, fu sede del capitano del Popolo, eletto ogni sei mesi. Serra S. Quirico Stazione, l'attuale grossa borgata adagiata sulla riva del fiume Esino e sede di un antico mulino, nacque intorno alla chiesa di S. Maria di Loreto, edificata nel XVII secolo per accogliere i viandanti che si accingevano ad attraversare la Gola della Rossa infestata di pericolosi briganti.

SERRA SAN QUIRICO (Ancona)  Civile abitazione ABITAZIONE PRIVATA

Città

SERRA SAN QUIRICO (Ancona)

Immobile

Civile abitazione

ABITAZIONE PRIVATA

Una città di pietra adagiata su costa rocciosa, una città che assume le sembianze di una nave con la prua sulla valle dell'Esino. Le origini di Serra San Quirico risalgono a tempi assai remoti per la posizione chiave del luogo. Alle pendici dei Monti del Sole, sorge Domo, il primo dei quattro castelli serrani, circondato da mura che ne rivelano il carattere di antica fortificazione, fondato, si suppone, da alcuni osimani fuggiti dalla loro città assediata dai barbari. Proseguendo verso levante si giunge a Castellaro, detto anticamente Rotorscio, dal nome della feudataria Rodossa. Domina un panorama vastissimo, dai monti di Pesaro ai colli fermani. I pochi e cadenti ruderi della rocca ed una parte ristrutturata dell'antico castello, ne raccontano ancora la millenaria storia. Poco più ad oriente, in vetta ad un'alto colle, sorge Sasso, castello fortificato fin al 1200. Di antichissima storia, fu sede del capitano del Popolo, eletto ogni sei mesi. Serra S. Quirico Stazione, l'attuale grossa borgata adagiata sulla riva del fiume Esino e sede di un antico mulino, nacque intorno alla chiesa di S. Maria di Loreto, edificata nel XVII secolo per accogliere i viandanti che si accingevano ad attraversare la Gola della Rossa infestata di pericolosi briganti.

MAROTTA (Pesaro e Urbino)  Civile abitazione ABITAZIONE PRIVATA

Città

MAROTTA (Pesaro e Urbino)

Immobile

Civile abitazione

ABITAZIONE PRIVATA

È una località balneare il cui territorio è ripartito in tre comuni: Fano, Mondolfo e San Costanzo. Nel rinomato centro balneare di Marotta è ancora vivo l'attaccamento alle tradizioni del passato marinaro, rievocate nelle feste locali, come quella della "Tratta", un tipo di pesca a strascico praticata in fondali bassi e sabbiosi, che si svolge tra la fine di luglio ed il primo di agosto, e la Sagra dei Garagoi, nel mese di aprile, per degustare i gustosi molluschi cucinati dai pescatori locali. Lungo il litorale si alternano zone di spiagge sabbiosa e spiaggia rocciosa, mentre il fondale è uniformemente sabbioso. La spiaggia è caratterizzata dal recupero di un moletto,divenuto un punto di attrazione primaria, oltre ad una serie di stabilimenti balneari moderni e ben attrezzati. C'è una pista ciclabile sul Lungomare: parte dalla spiagga delle Vele e arriva fino al confine con Fano. Lo storico borgo collinare di Mondolfo, con la sua prosecuzione nella località costiera di Marotta, rappresenta un tipico esempio di "due città in una", segno della fusione di due culture, della terra e del mare. L'antico borgo, dalla doppia cinta muraria, conserva la monumentale Chiesa di Sant’Agostino con il chiostro, la romanica Chiesa di San Gervasio, nella cui cripta è custodito un prezioso sarcofago ravennate, e il Santuario della Madonna delle Grotte, immerso nel verde di una pineta ed inserito in un percorso ecologico-culturale denominato "la Valle dei Tufi".

ORCIANO DI PESARO (Pesaro e Urbino)  Civile abitazione CASALE

Città

ORCIANO DI PESARO (Pesaro e Urbino)

Immobile

Civile abitazione

CASALE

Comune collinare, sorto probabilmente nel Medioevo in un territorio popolato sin dall’antichità; la sua economia è basata sul settore primario, affiancato dall’industria e dal terziario turistico. La maggioranza degli orcianesi, che presentano un indice di vecchiaia superiore alla media, si concentra nel capoluogo comunale mentre solo una piccola parte della comunità si distribuisce negli aggregati urbani elementari di Montebello e Rupoli nonché in case sparse sui fondi. Il territorio comunale, che confina con un’isola amministrativa del comune di Mondavio, ha un andamento altimetrico piuttosto uniforme, sviluppandosi sulle basse colline dell’immediato entroterra pesarese. Dall’abitato, che sorge con pianta allungata sulla sommità di un colle, lo sguardo spazia sulla campagna circostante, caratterizzata da un mosaico di seminativi, coltivazioni arboree e boschi di roverella e nocciolo; filari di alberi, inoltre, orlano i fossi scavati dai numerosi corsi d’acqua mentre al centro di vasti prati adibiti al pascolo si stagliano le sagome scure di querce centenarie. Sullo sfondo argenteo dello stemma comunale, concesso con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, campeggia un boccale di terracotta posto su una verde pianura.

SERRA SAN QUIRICO (Ancona)  Immobile storico ARCHIVIO STORICO COMUNALE “COMPLESSO SANTA LUCIA”

Città

SERRA SAN QUIRICO (Ancona)

Immobile

Immobile storico

ARCHIVIO STORICO COMUNALE “COMPLESSO SANTA LUCIA”

L'Archivio storico Comunale è da considerarsi importante sia per il numero complessivo dei documenti, circa 4500, sia per la qualità in quanto ne fanno parte oltre 500 pergamene, a partire dal XI secolo, e materiali cartacei che riportano una serie piuttosto continua di atti amministrativi, giudiziari e contabili dando così un quadro istituzionale completo di Serra San Quirico fin dal XIV secolo. Nell'Archivio si trovano puntuali riferimenti alle vicende storiche di Serra San Quirico, castello fortificato fin dal XI secolo che si resse assai presto in forma autonoma (Consoli dal 1231, Podestà dal 1250) cadendo per brevi periodi in soggezione (Chiavelli 1429, Sforza 1435) per mantenere poi lo status di terra soggetta immediatamente alla Santa Sede. Vi si trovano inoltre documenti relativi ai castelli di Sasso, Rotorscio e Domo, i primi due sotto il dominio di Serra San Quirico dal 1260, l'ultimo dal XIX secolo. Attualmente l'Archivio e posto presso locali adiacenti la Cartoteca Storica Ragionale delle Marche nel complesso monumentale di Santa Lucia. Può essere consultato solo per motivi di studio rivolgendosi direttamente al Segretario del Comune di Serra San Quirico.

SERRA SAN QUIRICO (Ancona)  Edificio pubblico CASA DI RIPOSO “NOSTRA SIGNORA DELL’ORTO”

Città

SERRA SAN QUIRICO (Ancona)

Immobile

Edificio pubblico

CASA DI RIPOSO “NOSTRA SIGNORA DELL’ORTO”

La chiesa annessa oggi alla casa di riposo delle suore di Nostra Signora dell'Orto, è un prezioso edificio del Settecento. La facciata è purtroppo rovinata da cadute di alcune parti del timpano e oggi è stata imbrigliata da una struttura metallica. Sulla destra della chiesa il portone conduceva un tempo al monastero delle clarisse. Il campanile a vela a due fornici è quanto rimane della precedente struttura, restaurata più volte e adibita a molti usi prima come scuola poi come istituto femminile e ora ospizio per gli anziani. Il portale con mostra in muratura è posto sul piano di arrivo della scalinata in mattoni che lo collega al sagrato. Poco sopra è una nicchia con una statua. Al livello del secondo piano sono due finestre disposte simmetricamente. La facciata della chiesa è conclusa dal timpano con cornici in muratura e gesso. La chiesa è stata costruita con tecniche tradizionali di muri portanti, realizzati con mattoni pieni legati con calce. Le superfici murarie sono intonacate e tinteggiate.

FABRIANO (Ancona)  Civile abitazione ABITAZIONE PRIVATA

Città

FABRIANO (Ancona)

Immobile

Civile abitazione

ABITAZIONE PRIVATA

Nel cuore delle Marche, ai piedi dell'Appennino, si apre uno dei territori più estesi d'Italia, ricco di bellezze naturalistiche e di beni storico-artistici: questa è Fabriano. Ultimo lembo della Marca d'Ancona a ridosso dell'Umbria, Fabriano è circondata da verdeggianti paesaggi e da un'incontaminata natura che ne fa un felice esempio di riuscito connubio tra architettura e morfologia del luogo. Fabriano è stato un importante crocevia culturale dalle antiche origini e tradizioni che ancora oggi caratterizzano questo territorio ed espressione di un passato lontano e recente che è possibile cogliere nei valori ambientali, nella visione mutevole del paesaggio, nei caratteri dell'edilizia rurale, nell'aspetto silenzioso delle viuzze estranee al frastuono delle città, nell'estrema cordialità dei rapporti umani. Un soggiorno a Fabriano vi sorprenderà per la ricchezza delle sue terre generose ed ospitali che a piene mani offronto i loro frutti e le loro bellezze dolci e selvagge, regalandovi attimi di pura emozione, lasciandovi sospesi a veleggiare tra arte e storia, spiritualità e buona cucina, modernità e tradizione.

ARCEVIA (Ancona)  Immobile storico CASA DEL PARCO E UFFICI I.A.T. (INFORMAZIONI ASSISTENZA TURISTICA)

Città

ARCEVIA (Ancona)

Immobile

Immobile storico

CASA DEL PARCO E UFFICI I.A.T. (INFORMAZIONI ASSISTENZA TURISTICA)

Il Parco Gola della Rossa e di Frasassi si arricchisce di una nuova struttura nel centro storico di Arcevia che, come noto, è una delle nuove aree del Parco a seguito dell’ampliamento del perimetro avvenuto con l’approvazione del Piano del Parco. Posta lungo il corso principale, nell'ex Chiesa di San Giovanni Battista entro le mura, la Casa del Parco di Arcevia è dotata di sala conferenze, bacheche espositive, vetrinette per la mostra dei prodotti del territorio e modernissima apparecchiatura per la proiezione di materiali informativi.

PESARO  Civile abitazione ABITAZIONE PRIVATA

Città

PESARO

Immobile

Civile abitazione

ABITAZIONE PRIVATA

Ci sono città che per predisposizione naturale e per scelta sposano l’ospitalità al proprio stile di vita, alla propria identità. Pesaro, bagnata dall’Adriatico, con la sua cultura, la sua dimensione e i suoi ritmi a misura d’uomo, i suoi patrimoni di ieri e di oggi, ha fatto dell’ospitalità una vocazione che, nata in riva al mare alla fine del 1800, vuole ancora oggi crescere e conquistare l’attenzione degli ospiti, siano essi amanti di spiagge non affollate, appassionati delle arti, dinamici sportivi. Sette chilometri di spiagge attrezzate e spiagge libere circondate da un ambiente sorprendente come quello del Parco del Monte San Bartolo e dei promontori affacciati sul mare, strutture balneari e fondali bassi e sabbiosi ideali per la famiglia, un porto che, con appena due ore di aliscafo, si collega all’altra sponda dell’Adriatico. Pesaro è anche un centro storico fatto di vie eleganti che regalano una particolare atmosfera cittadina, dove tra palazzi, musei, chiese, fortezze, biblioteche antiche e modernissime si cammina per scoprire opere d’arte e d’ingegno, oppure per assistere alle centinaia di spettacoli e iniziative che animano l’estate ma anche tutte le altre stagioni. La sua offerta turistica, i suoi servizi, le sue molte facce si prestano in modo perfetto ad instaurare con ogni ospite un rapporto diretto, cordiale, che trasforma la vacanza in un’ esperienza piacevole e rilassata sotto tutti gli aspetti.

SERRA SAN QUIRICO (Ancona)  Immobile storico PALAZZO MENARINI

Città

SERRA SAN QUIRICO (Ancona)

Immobile

Immobile storico

PALAZZO MENARINI

Situato nel cuore del centro storico, a pochi passi dalla piazza principale, a fargli da cornice, una vista mozzafiato sui vicini colli della Valle Esina. Palazzo Menarini è uno dei piccoli tesori architettonici del borgo, risalente al XVII e recentemente ristrutturato. Il grande camino e il lavabo in pietra presenti nel salotto, così come le travi in legno che si possono intravedere alzando lo sguardo al soffitto, sono elementi tipici di una costruzione rurale che mantiene ancora la sua vecchia anima. Serra San Quirico è inoltre posizionato in una zona vantaggiosa per poter raggiungere le città di Jesi e Fabriano, rispettivamente natali di Giovanni Battista Draghi e Gentile di Niccolò di Giovanni di Massio, che vantano un notevole patrimonio artistico e culturale. Da non dimenticare uno dei più noti centri religiosi delle Marche, dedicati alla Madonna di Loreto, o ancora, se pur di dimensioni più ridotte, il tipico Santuario della Madonna della Grotta.

PESARO  Civile abitazione VILLA ANGELA S.S.

Città

PESARO

Immobile

Civile abitazione

VILLA ANGELA S.S.

Ci sono città che per predisposizione naturale e per scelta sposano l’ospitalità al proprio stile di vita, alla propria identità. Pesaro, bagnata dall’Adriatico, con la sua cultura, la sua dimensione e i suoi ritmi a misura d’uomo, i suoi patrimoni di ieri e di oggi, ha fatto dell’ospitalità una vocazione che, nata in riva al mare alla fine del 1800, vuole ancora oggi crescere e conquistare l’attenzione degli ospiti, siano essi amanti di spiagge non affollate, appassionati delle arti, dinamici sportivi. Sette chilometri di spiagge attrezzate e spiagge libere circondate da un ambiente sorprendente come quello del Parco del Monte San Bartolo e dei promontori affacciati sul mare, strutture balneari e fondali bassi e sabbiosi ideali per la famiglia, un porto che, con appena due ore di aliscafo, si collega all’altra sponda dell’Adriatico. Pesaro è anche un centro storico fatto di vie eleganti che regalano una particolare atmosfera cittadina, dove tra palazzi, musei, chiese, fortezze, biblioteche antiche e modernissime si cammina per scoprire opere d’arte e d’ingegno, oppure per assistere alle centinaia di spettacoli e iniziative che animano l’estate ma anche tutte le altre stagioni. La sua offerta turistica, i suoi servizi, le sue molte facce si prestano in modo perfetto ad instaurare con ogni ospite un rapporto diretto, cordiale, che trasforma la vacanza in un’esperienza piacevole e rilassata sotto tutti gli aspetti.

MONTEFELCINO (Pesaro e Urbino)  Civile abitazione ABITAZIONE PRIVATA

Città

MONTEFELCINO (Pesaro e Urbino)

Immobile

Civile abitazione

ABITAZIONE PRIVATA

Antico castello collinare a sinistra della valle del Metauro, Montefelcino dista 5 km dalla via Flaminia. Sorto in epoca medievale, fu a lungo conteso fra i centri maggiori di Fano e Fossombrone, finendo in epoca malatestiana sotto quest'ultimo. L'erezione entro la cinta murata del cosiddetto Palazzo del Feudatario, imponente costruzione con severo portale ad arco e stipiti a bugnato, fu voluta dal conte Fabio Landriani ed oggi è utilizzato durante l'estate, come sede dell'annuale mostra-mercato di artigianato artistico e antiquariato noto come Mercatino del Feudatario. Da tempo scomparsa è l'imponente rocca, fatta costruire dal duca Federico da Montefeltro su disegno di Francesco di Giorgio Martini, di cui resta ormai la sola cisterna profonda 33 metri.

SENIGALLIA (Ancona)  Civile abitazione ABITAZIONE PRIVATA

Città

SENIGALLIA (Ancona)

Immobile

Civile abitazione

ABITAZIONE PRIVATA

A Senigallia (Ancona) la proprietà doveva ristrutturare una grande casa con muri umidi. Anzichè intervenire con pitture antimuffa o soluzioni a breve termine, siamo stati contattati per un sopralluogo tecnico che ha confermato la presenza di acqua che, dal sottosuolo, penetrava nella muratura bagnandola creando macchie di muffa sulle pareti, e scrostamenti degli intonaci. Installando nel 2005 l'apposita tecnologia elettrofisica KalibraDRY abbiamo impedito all'acqua di risalire nella struttura muraria che, nel frattempo ha cominciato il processo fisiologico di deumidificazione fino alla totale asciugatura delle pareti. Dal 2005 casa finalmente sana e deumidificata grazie ad SKM - gli specialisti della deumidificazione.

PETRITOLI (Fermo)  Edificio pubblico LOCALI DELLA R.S.A. PRESSO IL POLO SOCIO SANITARIO

Città

PETRITOLI (Fermo)

Immobile

Edificio pubblico

LOCALI DELLA R.S.A. PRESSO IL POLO SOCIO SANITARIO

A Petritoli, in provincia di Fermo, nelle Marche, esiste una RSA di1400 metri quadri con 20 posti letto, 10 per donne, 10 per uomini che necessitano di assistenza continua. L'Azienda sanitaria Nazionale, vista l'importanza della struttura, ci incarica di risanare l'immobile dall'umidità che creava continue macchie nelle pareti e lo sfaldamento degli intonaci rendendo gli ambienti interni non solo brutti alla vista ma anche malsani dal punto di vista della salute. Nel 2004 viene installato, dopo un sopralluogo tecnico diagnostico, la tecnologia per eliminare l'umidità nei muri KalibraDRY che, in 12 mesi dimostra tutta la sua efficacia asciugando tutte le pareti e rendendo l'ambiente interno finalmente sano!

Assistente Online

Dubbi?
Domande?


Ti chiamiamo noi gratuitamente e senza alcun obbligo

Chiamami


Se lo preferisci puoi chattare con una operatrice.

Chattiamo

Partita I.V.A. 04966390827 | Tutti i diritti riservati SKM Italia S.r.l.
Certificati TÜV italia
Seguici sui social